Controsorpasso del Monza – Lega B

data

Ascoli-Crotone 2-1

L’Ascoli vince in rimonta 2-1 contro il Crotone e rivede la zona play off. Succede tutto nella ripresa dopo un primo tempo da dimenticare per entrambe le squadre. Sottil ricorre all’albero di Natale tenendo fuori Bidaoui. Senza la spinta dell’esterno, l’Ascoli non decolla e la prima occasione è per gli ospiti al 13′ quando Kargo manca di un soffio la deviazione vincente non sfruttando una bella palla di Calapai.
L’Ascoli si vede soltanto al 29′ con un colpo di testa di Baschirotto. Ad inizio ripresa mister Sottil invoca il sostegno dei tifosi, ma in campo si rivede solo il Crotone. Al 52′ Leali deve salvare di piede sul tiro di Marras, mentre due minuti dopo gli ospiti passano con un preciso sinistro di Kone al limite dell’area dopo una serie di finte. L’Ascoli reagisce al 69′ con un colpo di testa di Bidaoui che però non inquadra la porta da buona posizione. I cambi danno la scossa all’Ascoli e così il pari arriva all’84’ con una rasoiata da fuori area di Falasco sugli sviluppi di un corner. I bianconeri raddoppiano al 90′ con Maistro che prima si procura un rigore, poi lo sbaglia e infine insacca sulla ribattuta di Festa.

 

Cittadella-Frosinone 3-0

Il Cittadella cala il tris e non lascia scampo ad Frosinone che cade sotto i colpi di Beretta (doppietta) e Tounkara. Squadre compatte in avvio di partita con qualche occasione sporadica, ma già al 20′ si sblocca il risultato con Beretta che raccoglie un pallone vagante dopo un batti e ribatti in area e supera Ravaglia. C’è solo il tempo di una punizione di Ricci che impegna Kastrati prima del raddoppio dei padroni di casa. Tounkara sfrutta un retropassaggio sbagliato di Barisic e dopo un primo tentativo respinto, infila il 2-0. Sul finire della prima frazione di gara i granata si portano sul 3-0 grazie a un cross al bacio di Tounkara per la testa di Beretta che spinge in rete. Primo tempo a senso unico. Nella ripresa gli ospiti provano la rimonta impossibile ma il Cittadella fa sempre buona guardia. Beretta sfiora la tripletta personale in chiusura di partita ma tarda nella conclusione a pochi passi dal portiere. Aggancio in zona playoff raggiunto. Cittadella che si conferma bestia nera per il Frosinone dopo la vittoria anche in terra laziale all’andata.

 

Monza-Lecce 0-1

Per questo scontro al vertice l’UPower Stadium riscopre il pubblico delle grandi occasioni assente a Monza da tempo. La gara è ricca di spunti, con due squadre che evidenziano la voglia di vincere. Al 2′ la prima occasione è per i locali, Mancuso da buona posizione spara alto. All’8 Listowski, autentica mina vagante fra i difensori monzesi con il portiere battuto centra il palo. Al 14′ Gabriel, incerto in questa frazione nelle uscite, regala un angolo al Monza. Al 24′ Listowski scatena la curva leccese mandando in rete la palla respinta da Di Gregorio. Doveri dapprima convalida, poi richiamato dal Var annulla per un gioco pericoloso sullo stesso portiere da parte di Gargiulo. Al 37′ è Strefezza a vedersi respingere la conclusione dalla difesa brianzola. Dopo il pressing leccese, nei minuti finali prima del riposo si riaffaccia in avanti il Monza. Avvio di ripresa con il Monza in pressing: al 47′ Mancuso dal limite spara incredibilmente alto. Al 55′ incredibile ingenuità di Paletta che spinge vistosamente appena dentro l’area Helgason, Doveri ben appostato indica il rigore: dal dischetto perfetta l’esecuzione di Coda che spiazza Di Gregorio. Al 58′ Donati con una saetta illude i tifosi, la palla esce di pochi centimetri. Il Monza cerca di riportare la gara in parità. Al 72′ Machin si libera al tiro, ma la palla finisce a fil di palo. Al 78′ Gytkjaer impegna Gabiel. Al 91′ il Lecce raddoppia con Rodriguez ma su segnalazione del Var annulla.

 

Reggina-Pisa 1-0

Al Granillo la Reggina batte il Pisa per 1-0 e porta a casa tre punti fondamentali. Decide la rete di Menez nel primo tempo. Ottimo approccio alla partita per la Reggina che mette subito in difficoltà il Pisa. Amaranto vicini al gol già al settimo minuto: salva Nicolas su conclusione ravvicinata di Folorunsho. I calabresi vanno in vantaggio al 12′: sbaglia in fase di disimpegno la difesa del Pisa e ne approfitta Menez che ruba palla in area e con il sinistro va in rete. Nella seconda parte del primo tempo il Pisa prova a reagire ma non crea occasioni da gol. Nella ripresa i nerazzurri si rendono maggiormente pericolosi. Al 13′ Toure di testa colpisce la traversa. Dopo la mezz’ora Turati si rende protagonista con una serie di straordinari salvataggi, come quello su colpo di testa di Puscas, sui tiri di Torregrossa e Lucca, su un calcio di punizione di Mastinu. Niente da fare per i toscani, che rientrano senza punti dalla trasferta calabrese.

 

Nella foto La Presse il gol vittoria di Coda

Fonte: LEGA BTK – legab.it

Share post:

Popular

Ti potrebbe interessare
Related

Lecce-Inter, prima giornata: i precedenti da Lukaku a Candreva

La squadra di Inzaghi darà il via al campionato...

Cristiano Ronaldo torna in Italia? È stato offerto alla Roma

L'attaccante lascerà lo United. Il Bayern lo tenta, ma...

Esposito dell’Inter in prestito: le squadre interessate

Dopo il rientro all'Inter per il mancato riscatto del...