Serie B, cade il Lecce: Inzaghi primo. Manita Benevento

data

CLASSIFICA SERIE B

Brescia-Ascoli 3-0

Primo acuto dell’Ascoli: al 10′ Tsadjout non arriva di un soffio sul suggerimento di Bidaoui. Il Brescia reagisce al 14′ con una spettacolare rovesciata di Leris, che termina a lato di poco. Brescia in vantaggio al 19′: Bisoli imbuca in area per Palacio che, scattato sul filo dell’offside, batte Leali. Il Brescia cerca il raddoppio al 31′ con Pajac, sinistro che si spegne a lato di poco; e al 32′ con Palacio che conclude fuori con un destro sul secondo palo. Al 43′ Ascoli a un passo dal pareggio: da lontanissimo Falasco esplode il sinistro, Joronen devia quel tanto che basta per spedire la sfera ad impattare sulla traversa. Il raddoppio degli uomini di Inzaghi arriva al 7’ della ripresa su azione da corner: cross di Jagiello, sponda di Cistana per Palacio che controlla, si gira e scarica il suo tiro alle spalle di Leali. L’argentino va vicino al 3-0 pochi minuti dopo, ma la sua conclusione dall’interno dell’area risulta troppo debole per impensierire il portiere avversario. L’Ascoli abbozza una reazione al 12’, con Bidaoui che riesce a liberarsi per il tiro senza però inquadrare la porta di Joronen. La risposta del Brescia è immediata e arriva con Bajic, il cui tiro costringe Leali a concedere l’angolo. Alla mezz’ora nuovamente pericoloso il Brescia, con Proia che tenta dal limite vedendo il suo tiro uscire di poco a lato. I padroni rimangono in controllo fino al triplice fischio chiudendo sul 3-0.

BRESCIA-ASCOLI: TABELLINO E STATISTICHE

Lecce-Cittadella 1-2

Cittadella subito in vantaggio: al 1′ Antonucci si libera di Lucioni e, dal limite dell’area, scaglia una conclusione che batte Gabriel, 0-1. Replica immediata del Lecce: al 4′ sinistro di Strefezza dai 20 metri che colpisce la traversa, sulla ribattuta Listkwoski spara alto. L’inizio prosegue indiavolato: all’8′ anche il Cittadella colpisce una traversa quando, su conclusione di Mastrantonio, Gabriel tocca quel tanto che basta per mandare la sfera ad impattare sul legno. Gli ospiti trovano il raddoppio al 20’ della ripresa, con Tounkara che ruba palla ad un distratto Tuia ed arriva senza problemi davanti a Gabriel, superato con freddezza. Al 36’ il Cittadella sfiora addirittura il tris, ma stavolta Gabriel riesce ad opporsi alla conclusione dal limite di Baldini. Solo nel finale il Lecce riesce a tornare pericoloso, trovando il gol della speranza con Coda sugli sviluppi di un corner battuto da Hjulmand poi, nel recupero, con un altro tentativo di Coda su centro di Strefezza stavolta ben fermato da Kastrati.

LECCE-CITTADELLA: TABELLINO E STATISTICHE

Benevento-Como 5-0

Il punteggio si sblocca al 12′: il check del Var rivela un tocco di mano in area di Solini che già ammonito, rimedia anche il secondo giallo. Del rigore se ne incarica Forte che insacca di potenza. I padroni di casa cercano la replica poco dopo con Insigne, esterno della rete. Raddoppio su rigore: falllo di Vignali su Foulon (il Var rivela la posizione regolare di quest’ultimo), trasforma Insigne, 2-0. Il Como cerca la reazione con Gabrielloni (23′, alto), e Cagnano (26′, Paleari c’è). Tris al 38′: esterno sinistro al volo di Insigne sugli sviluppi di una punizione, Facchin è battuto. Lo stesso Insigne, al 42′ cerca la via del gol: pallone alto. Il poker giallorosso arriva al 4’ della ripresa, con Forte che insacca di piatto la sua doppietta ribattendo in rete il tiro di Calò respinto dal palo. Al quarto d’ora ancora in rete il Benevento, con la conclusione di Acampora dalla distanza che trova l’angolino impossibile da raggiungere per Faccin. A poco meno di un quarto d’ora dal termine il Como perde Scaglia per infortunio: con i cambi già tutti spesi, la formazione lombarda termina la gara in nove contro undici.

BENEVENTO-COMO: TABELLINO E STATISTICHE

Frosinone-Reggina 3-0

Primo squillo con Garritano che sugli sviluppi di un corner svirgola e sciupa tutto, all’8′ ci prova Ciano. Buona occasione al 24′, da parte dei padroni di casa: Zerbin crossa dalla sinistra, Ciano stacca di testa all’altezza del dischetto, la palla si spegne di un soffio a lato. Alto, al 35′ il tentativo di Zerbin si spegne alto. In apertura di secondo tempo il Frosinone trova il vantaggio con Charpentier, che stacca più in alto di tutti sull’angolo calciato da Ciano. I ciociari continuano a spingere e con Zerbin vanno vicini al raddoppio sventato da Micai con un ottimo intervento. Al 23’ il Frosinone trova il gol grazie a Ciano, bravo e fortunato a risolvere una mischia in area avversaria scaturita da corner. La Reggina prova a reagire nel finale, ma al 35’ la rete di Menez viene annullata dal Var che rileva una posizione di fuorigioco ad inizio azione. A ridosso del triplice fischio arriva anche il tris del Frosinone, che con un contropiede da manuale orchestrato e concluso da Canotto dopo uno scambio con Novakovic al limite dell’area avversaria.

FROSINONE-REGGINA: TABELLINO E STATISTICHE

Crotone-Cosenza 3-3

All’8′ il Cosenza si fa vedere con Camporese, palla di poco a lato. Il Crotone si rende pericoloso al 12′ dapprima con Borello, out non di poco, poi con Maric, la cui conclusione viene parata. Al 17′ torna a farsi sotto il Crotone, dapprima con Giannotti, poi ancora con Borello. Al 30′, Cosenza in vantaggio: Caso serve Laura che, dal centro dell’area avversaria, conclude a rete con il destro, 0-1. Al 39′ Laura torna a provarci: conclusione di sinistro dal limite all’angolo basso, Saro c’è. Al 3′ di recupero il raddoppio ospite: lo mette a segno Rigione, da distanza ravvicinata, sugli sviluppi di un calcio da fermo.  Il Crotone prova a riaprire il match al 7’ della ripresa, con un colpo di testa di Maric su cross di Estevez che va ad infilarsi sotto la traversa per l’1-2 dei padroni di casa. Poco dopo arriva il pari ancora con Maric, il quale realizza il rigore concesso dopo il consulto al Var della squadra arbitrale per il tocco di mano di Camporese. Al 18’, però, il Cosenza torna di nuovo avanti grazie al sinistro di Liotti, giunto al tiro al limite dell’area piccola. In pieno recupero arriva il gol del definitivo 3-3 siglato ancora da Maric che di sinistro da due passi insacca su azione natata dal calcio d’angolo battuto da Kone.

CROTONE-COSENZA: TABELLINO E STATISTICHE

Il Corriere dello Sport

Share post:

Popular

Ti potrebbe interessare
Related

Lecce-Inter, prima giornata: i precedenti da Lukaku a Candreva

La squadra di Inzaghi darà il via al campionato...

Cristiano Ronaldo torna in Italia? È stato offerto alla Roma

L'attaccante lascerà lo United. Il Bayern lo tenta, ma...

Esposito dell’Inter in prestito: le squadre interessate

Dopo il rientro all'Inter per il mancato riscatto del...