ZEMAN: “VOLEVAMO VINCERE ANCHE CONTRO UN AVVERSARIO DIFFICILE”

data

“Buonasera a tutti, prima di rispondere alle vostre domande vorrei dire qualcosa io”. Comincia così la conferenza stampa post-Palermo di Mister Zeman che si presenta in sala stampa con dei fogli, inforca gli occhiali, e comincia a snocciolare numeri: “Io credo che la mia squadra  sia un po’ troppo bistrattata, io ho qui i dati di Wyscout che è una società seria e che analizza tutte le gare del nostro campionato. I numeri dicono che la mia squadra è prima nei tiri in porta, prima nei passaggi verso la trequarti avversaria, prima nei passaggi in attacco, prima nei passaggi in profondità, prima nei passaggi filtranti, Ferrante è l’attaccante che tira più di tutti, siamo terzi nei recuperi palloni, secondi nel possesso palla. Nonostante questi numeri sento dire che la squadra è scarsa, io dico che il gioco c’è, c’è sempre stato, poi se ci manca qualche punto è anche per errori degli arbitri non per colpa della squadra. Ora potete fare domande”.
Non cambia filosofia neanche in conferenza stampa Mister Zeman: la miglior difesa è l’attacco.
Poi passa alla gara: “Io penso che come individualità il Palermo è superiore a noi, ma oggi i miei ragazzi hanno dimostrato che possono fare meglio di loro, io sono soddisfatto della squadra e non solo del risultato. Oggi la squadra voleva vincere, anche se avevamo di fronte un avversario difficile”.

Area Comunicazione Calcio Foggia 1920

Share post:

Popular

Ti potrebbe interessare
Related

Juve, operazione Zaniolo: ecco chi potrebbe andare alla Roma

I giallorossi disposti a valutare qualche giovane per...

Giovanili Juve, cosa portano Brambilla e Montero: ricerca del gioco e dna

Brambilla porta all’Under 23 l’esperienza nella formazione dei talenti,...

Milan, ecco perché Rebic serve ancora: l’importanza del jolly offensivo

Il nome del croato circola tra le possibili cessioni...

Paolo Maldini: oggi il compleanno, domani la firma sul rinnovo

Il d.t. rossonero compie 54 anni. Il contratto?...