Diritti tv, addio ai vincoli della legge Melandri. Casini: “Ora siamo ottimisti”

data

Approvate le modifiche al decreto sulla commercializzazione dei diritti audiovisivi sportivi all’estero. Sorride la Lega di A: “Finalmente, questa norma aiuterà a incrementare i ricavi”

Adesso è ufficiale, la Serie A potrà tornare a giocare la sua partita per i diritti tv alla pari con gli altri grandi campionati europei. All’interno del decreto Pnrr 2 approvato ieri alla Camera (dopo aver ricevuto l’ok del Senato), c’è infatti un articolo (il numero 21 comma 2 bis) che di fatto manda in cantina la cosiddetta Legge Melandri e i suoi vincoli, per la gioia della Lega Serie A. Per quanto riguarda la cessione dei diritti audiovisivi del campionato all’estero si tratta di un’autentica boccata di ossigeno. Viene a decadere infatti l’ingombrante limite temporale, che prevedeva la cessione per un massimo di tre anni. Ma viene superata pure la necessità di seguire procedure competitive o lunghe attese per la stipula dei contratti.

L’ottimismo della Lega

—   …

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

Salernitana-Roma, Mourinho: “Dybala e Zaniolo straordinari”

Il tecnico della Roma: "Mi è piaciuta la maturità...

Italiano (conf): “Sono felice, non era scontato. Scelte in ottica Conference”

Le parole del tecnico dopo Fiorentina-CremoneseCosì Vincenzo Italiano in...

Radu, altra papera in Fiorentina-Cremonese: errore decisivo

Cross insidioso di Mandragora, il portiere della Cremonese salta...

Lecce-Inter, Inzaghi e le mosse tattiche per l’assalto finale

Al Via del Mare l'allenatore ha cambiato modulo per...