Giovanili Juve, cosa portano Brambilla e Montero: ricerca del gioco e dna

data

Brambilla porta all’Under 23 l’esperienza nella formazione dei talenti, il calcio propositivo e il raccordo con la prima squadra vissuti all’Atalanta. Montero con la Primavera è chiamato a declinare lo stile del club sulle sue idee fatte di possesso palla, approccio offensivo e mentalità

È l’inizio di una nuova era anche nel settore giovanile della Juventus. Il cambio di guardia sulle panchine dell’Under 23, dell’Under 19 e dell’Under 17 alza un vento di novità, che azzera completamente le scelte della precedente gestione Paratici e indirizza un percorso tecnico fresco ma basato su vecchie tradizioni.

Dopo i saluti di Zauli (che ha ottenuto il record di punti in Serie C con la seconda squadra), di Bonatti (che ha portato la Primavera fino alla Final four di Youth League) e di Pedone (che è stato fondamentale nel passaggio in Under 17 di tanti giovani talenti), si passa a un volto nuovo come Brambilla (proveniente dalla Primavera dell’Atalanta) per la seconda…

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

Inter, Lukaku: ‘Voglio lo scudetto, non la classifica marcatori’

L'attaccante nerazzurro: “Ve lo dico onestamente, io penso...

Precampionato, il pagellone Serie A: Milan e Roma 7,5, Inter e Juve 5

Finite le amichevoli estive e disputate le prime partite...

Braglia difende Meret: “Non è stato gestito bene, l’avrei voluto all’Inter”

Così l'ex portiere Simone Braglia sulla situazione di MeretSimone...

Lanna: “Cessione Samp? Speriamo di chiudere entro fine settembre”

Il presidente ed ex difensore dei blucerchiati ha tracciato...