Juve, quando Berardi rifiutò: “A me piace giocare”

data

Prima acquistato in comproprietà, poi lasciato al Sassuolo, nel 2016 i bianconeri avevano l’accordo ma saltò tutto. In mezzo anche i 4 gol che segnarono la sorte di Allegri al Milan. E Di Francesco disse: “La sua crescita dipende dall’accettare queste sfide”

A volte i treni ripassano anche dopo aver deciso che no, salire a bordo non interessa. La storia di Domenico Berardi si intreccia con quella della Juventus da almeno nove anni, non nei generici accostamenti di mercato ma nei fatti degli affari reali che lo hanno tenuto nell’orbita della Signora senza mai vestire la maglia bianconera.

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

Roma e Zaniolo, la situazione rinnovo. Juve alla finestra

Il club giallorosso ritiene che l’entourage di Nicolò eserciti...

Angel Di Maria, alle radici del Fideo della Juve: il carbone, la famiglia…

Magro come uno spaghetto, salvato dalla mamma dopo essere...

Juve, Di Maria in arrivo: si stanno definendo gli ultimi dettagli

L'argentino svincolato dal Psg sta per trovare l'accordo col...

Juve, operazione Zaniolo: ecco chi potrebbe andare alla Roma

I giallorossi disposti a valutare qualche giovane per...