Milan, il mondo di Douglas Luiz: la favela in Brasile, la fidanzata che gioca nell’Aston Villa

data

Il Manchester City lo comprò senza fargli giocare una sola gara ufficiale: “È stata la volontà divina”. La sua è anche una storia di riscatto sociale

Douglas Luiz lo inquadri attraverso i tatuaggi. Ne raccontano la storia, ne fotografano la persona. Il più importante è sul braccio destro, e lui lo guarda ogni volta che entra in campo come fosse un rito scaramantico. C’è scritto “vengo dalla favela e ce l’ho fatta”. Quando gli hanno chiesto del suo passato ha risposto a testa alta, dribblando emozioni e frasi fatte: “Sono cresciuto a Nova Holanda, favela di Rio, e ci hanno sempre trattato in modo diverso”. Esempio:

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

Inter, messaggio a Dybala: ci siamo sempre, ma serve tempo

Inter, messaggio a Dybala: ci siamo sempre, ma serve...

Cronaca: tentata estorsione da 2 milioni, indagato capo ultrà dell’Inter

L'inchiesta è partita a marzo 2021 quando Boiocchi, leader...

Milan campione d’Italia Under 15: Camarda trascinatore

I rossoneri battono 1-0 la Fiorentina e conquistano lo...

Milan, Maldini: “Scudetto? Siamo stati più forti e costanti” | News

Paolo Maldini, direttore dell'area tecnica rossonera, ha rilasciato delle...