Festival dello Sport 2022, intervista TvBoy, autore del manifesto

data

L’autore: “Tra arte e sport legame stretto. Profilo basso per mandare messaggi forti”

Salvatore Malfitano

Da Marco Pantani a Kobe Bryant, La Gazzetta dello Sport si è spesso affidata alla sua arte per celebrare i campioni senza tempo. Contemporanea nei messaggi e nei volti, accessibile come lo schermo del televisore su cui è nata. L’ultimo progetto nato dalla collaborazione con TvBoy, al secolo Salvatore Benintende, è il manifesto del prossimo Festival dello Sport, a Trento dal 22 al 25 settembre.

Ce ne racconta la genesi?

“Ho accettato subito la proposta perché sono un assiduo lettore del giornale e mi sono anche emozionato, perché al Festival ci saranno atleti che ho guardato e ammirato come per esempio Jacobs. Il cuore rappresenta qualcosa di inclusivo e amorevole, valori di cui lo sport è portatore, perciò li ho voluti mettere tutti vicini”.

A differenza di altri lavori, stavolta si tratta di un manifesto.

“Sì e sono fiero di aver messo la firma su…

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

Champions: la Juve ha già 50 milioni, le altre italiane sono a 40. Ma si deve vincere

Sollevando il trofeo, bianconeri, Milan, Inter e Napoli potrebbero...

Lecce, Normann addio Serie A: i retroscena di un caso internazionale

I documenti del trasferimento sono ancora in Inghilterra e...

Onyedika – Milan: tecnica e resistenza, giocava in Nigeria a piedi nudi

Alla scoperta del centrocampista del Midtjylland balzato in cima...

Juve, Vlahovic gol e addio alla pubalgia: il bomber di Allegri

A secco nel precampionato, doppietta alla prima contro il...