La rabbia di Calabria per l’omicidio di Civitanova: “Siamo tutti colpevoli”

data

Il difensore del Milan in un lungo post sui social parla di “classe politica vergognosa” e lancia un appello: “Non ci sia più odio, non ci siano più distinzioni di razze e di genere. Possiamo e dobbiamo cambiare e migliorare una situazione ormai sfuggita di mano ed inaccettabile”

Parole forti: “Siamo tutti colpevoli. Ormai viviamo in una società sempre più incentrata su odio e indifferenza”. La morte di Alika Ogorchukwu, trentanovenne nigeriano aggredito e ucciso in centro a Civitanova Marche il 29 luglio sotto gli occhi dei passanti, non ha lasciato indifferente Davide Calabria, capitano del Milan. Attraverso un lungo post pubblicato sul suo profilo Instagram, unito a un’immagine in bianco e nero di Alika, Calabria ha voluto dire la sua su quanto accaduto.

IL POST

—  

“Un uomo di 39 anni è stato picchiato a morte. Un’azione ingiustificabile che spero costerà caro a quell’uomo, se così si può definire. Ingiustificabile come il fregarsene – ha scritto…

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

Inter: la partita di Gosens contro il Villarreal assist e molto altro

L'assist per Lukaku, ma anche tanta intraprendenza e voglia...

Milan, Rebic centravanti: Ibra e Origi out, Giroud affaticato

Ibrahimovic e Origi out, Giroud alle prese con un...

Inter, Skriniar deve restare: difesa da ricostruire intorno a lui. Analisi

Il Psg presto tornerà all’assalto: stavolta Zhang potrebbe cedere....

Milan, un obiettivo di Maldini rivela: “Può succedere di tutto”

Un nuovo obiettivo del Milan sulla lista di Maldini...