Milan, Origi: “Maldini e Massara decisivi. Lukaku? Sarà bello sfidarlo”

data

Il Milan ha presentato il suo nuovo attaccante: “Mi sento benissimo, sono ansioso di affrontare l’Inter. Con Pioli abbiamo grandi ambizioni”

Arriva da un club nel quale, in sei anni di matrimonio, ha vinto un campionato, una Coppa di Lega, una coppa nazionale, una Champions, una Supercoppa Uefa e un Mondiale per club. Insomma, pancia pienissima. Eppure, nonostante il mittente sia quel Liverpool diventato stabilmente una delle big d’Europa, Divock Origi ha fatto come tutti coloro che mettono piede per la prima volta nel mondo rossonero: pelle d’oca nella sala dei trofei a Casa Milan, occhi sgranati di fronte alle foto dei vecchi campioni appese a Milanello. Il Milan per chi arriva era e resta il paese dei balocchi.

Gratitudine

—  

D’altra parte, davanti a lui nella sala conferenze del centro sportivo rossonero c’è Maldini che, con Massara l’ha voluto fortemente in rossonero. “Maldini è un calciatore che fa parte della hall of fame mondiale, per me può essere…

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

Salernitana, Colantuono sarà responsabile del settore giovanile

L'allenatore avrebbe goduto di un rinnovo automatico in caso...

Luci e ombre del Niño Maravilla a Milano: Inter-Sanchez in 10 momenti

Luci e ombre del Niño Maravilla a Milano: Inter-Sanchez...

Milan, c’è Santamaria tra Onyedika, Sarr e Onana

Tutte le piste per la mediana di Maldini e...