di Danilo Sandalo

Lecce ed Empoli si dividono la posta in palio al “Via del Mare” pareggiando per 1-1.
Con i leccesi ancora sotto l’ effetto della sbornia causata dall’ arrivo di Samuel Umtiti dal Barcellona, i toscani ne approfittano e passano al 22′ minuto con Parisi lesto a sfruttare una ripartenza che lo porta a scoccare il tiro al limite dell’ area di rigore avversaria e trovare la complicità di Baschirotto per riuscire a battere Falcone.
Al 40′ minuto è Strefezza a trovare il guizzo vincente e battere Vicario ristabilendo il risultato in parità.
Nel secondo tempo il Lecce preme ed ha iù di un’ occasione per passare, in particolar modo con Banda che dopo aver seminato il panico in mezzo alla difesa azzurra, si libera magistralmente ed arriva al tiro da distanza ravvicinata ma trova un super Vicario pronto a sbarrargli la strada deviando il pallone in corner.
Un risultato che tutto sommato vede una crescita da parte dei giallorossi, che probabilmente avrebbero meritato qualcosa in più del pareggio.
La partita di ieri ha potuto evidenziare i punti “oscuri” o semplicemente deboli di questa formazione, sui quali bisognerà lavorare, ma nonostante tutto non si può non ammettere che caratterialmente la squadra c’è e lo ha sempre dimostrato in queste prime tre uscite.
Spetterà a Baroni trovare ulteriori soluzioni che possano mettere la squadra, particolarmente in fase avanzata, nelle condizioni di poter finalizzare.
Magari gli ultimi giorni di mercato porteranno alla corte dell’ allenatore giallorosso elementi con caratteristiche più inclini alla sua idea di gioco, nel frattempo è sempre meglio coltivare alternative utili che talvolta possono rivelarsi il vero valore aggiunto.
Nel frattempo è giusto essere contenti del primo punto guadagnato in Serie A in attesa che possa arrivare la gioia per la prima vittoria nella massima serie.

(L’ immagine di copertina è offerta dal Dott. Michele Tarantino che si ringrazia per la disponibilità)