Immobile: “Io, Inzaghi, la Lazio, il Borussia Dortmund, la Nazionale, le critiche…”

data

Il bomber della Lazio si racconta a Marco Parolo tra campo e passato: “Lukaku farà 25 gol. A Dortmund avrei avuto bisogno di più tempo”

Più che un’intervista, una lunga e divertente chiacchierata con un ex compagno di squadra, che è poi soprattutto un amico fraterno. Ciro Immobile l’ha concessa – per Dazn – a Marco Parolo, con cui ha giocato assieme nella Lazio per cinque anni, dal 2016 a un anno fa. Facile aprirsi con chi conosci bene, con chi hai vissuto assieme tante vigilie di partita. Eh sì, perché Immobile e Parolo oltre ad essere compagni di squadra sono stati anche compagni di stanza nei ritiri prepartita. Ciro ha così ripercorso volentieri le tappe della sua carriera, le sue emozioni, ma ha anche fatto qualche pronostico per la stagione appena iniziata.

COME SI SEGNA

—  

L’attaccante biancoceleste ha cominciato spiegando in che modo costruisce le sue marcature: “Quando ero più giovane segnavo soprattutto di istinto. Ancora adesso immagino il gol prima…

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

Abraham, zero minuti in Nazionale e la Roma come porto sicuro per far ricredere Southgate

L’inglese sa che per andare al Mondiale dovrà segnare...

Lautaro, Dybala e Di Maria via prima per il Mondiale? Ecco cosa dice la Fifa

I giocatori di Scaloni avrebbero provato a rendersi...

Famiglia, progetti, ruolo: il decalogo (tra le righe) rossonero di Maldini

Abbiamo analizzato le importanti parole del d.t. milanista al...

Inter, Brozovic infortunato: da Asllani a Mkhitaryan, le alternative

Il 20enne albanese è senza dubbio il favorito per...