La Juve lo vuole, Mertens ama Napoli e dice no. Il commento di Stefano Agresti

data

L’offerta di Agnelli è ideale, eppure Ciro resiste: troppo forte il legame con la “sua” città. E dire che De Laurentiis lo ha accusato di aver pensato soltanto ai soldi…

È l’ultimo dei romantici. Uno tra i pochi – pochissimi – protagonisti del calcio che dà ancora valore a sentimenti e simboli: la maglia, la passione, la fedeltà, la rivalità, il rispetto. Parole vuote per molti, piene di significato per lui. La Juve gli offre cinque milioni l’anno? Dries Mertens detto Ciro (non a caso), e il cui figlio si chiama davvero Ciro (non a caso, nemmeno lui), prende tempo, ci pensa, riflette. Senza dire sì. Dopo nove anni a Napoli, Ciro Mertens sa cosa rappresenta la Juve in quella città: l’avversaria per eccellenza, quella (diciamo così) meno sopportata. Può lui, il miglior marcatore nella storia del club azzurro, capace perfino di andare oltre Maradona, mettersi addosso i colori bianconeri, che i suoi (ex) tifosi vedono come se fossero fumo per gli occhi? Eppure i…

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

Salernitana-Roma, Mourinho: “Dybala e Zaniolo straordinari”

Il tecnico della Roma: "Mi è piaciuta la maturità...

Italiano (conf): “Sono felice, non era scontato. Scelte in ottica Conference”

Le parole del tecnico dopo Fiorentina-CremoneseCosì Vincenzo Italiano in...

Radu, altra papera in Fiorentina-Cremonese: errore decisivo

Cross insidioso di Mandragora, il portiere della Cremonese salta...

Lecce-Inter, Inzaghi e le mosse tattiche per l’assalto finale

Al Via del Mare l'allenatore ha cambiato modulo per...