La Borsa di Pedullà. Arnautovic e Beto: l’importanza di trattenerli sul mercato

data

Bologna e Udinese sono state corteggiate lungo tutto il mercato estivo e hanno detto no. Oggi Marko è il capocannoniere della Serie A, il bianconero può valere già 50 milioni

I due nomi dell’estate, tra i più caldi. Marko Arnautovic e Beto, in rigoroso ordine di incedibilità. È stata una processione, da giugno fino a metà agosto quando i pretendenti si sono arresi dinanzi all’impossibilità di convincere rispettivamente Bologna e Udinese. Sono due storie diverse anche se hanno portato allo stesso epilogo, diverse perché Marko qualche tentazione di cambiare aria l’ha avuta e poi si è adeguato alla volontà del club. Il gigante portoghese sapeva che l’Udinese non avrebbe ceduto di un centimetro rispetto a una strategia consolidata nel tempo, ovvero privarsi di chi è arrivato da circa un anno.

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

T. Silva: “Parlo spesso con Ibra, voglio giocare fino a 40 anni come lui”

Thiago Silva, ex difensore del Milan attualmente al Chelsea,...

Zanetti, Maldini & Batistuta: quanto conta avere un dirigente bandiera

Al Festival di Trento l'ex viola si è candidato...

Juve, Toni: “Vlahovic? Deve svoltare. E Milik…”

"La squadra deve tornare dominante - afferma l’ex attaccante...

Lazio, Immobile lavora per recuperare. Ma resta in dubbio per lo Spezia

Il centravanti ha iniziato le cure per smaltire l'edema...