Manfredonia-Foggia Incedit 1-0, la provvidenziale rete di Gissi

Altri tre punti per i sipontini nella sfida contro la neopromossa Foggia Incedit. Le sorti della gara sono state decise dalla punizione battuta da Giambuzzi, al 40′, che pescava Gissi che superava la barriera e segnava. 

Per il Manfredonia rilascia dichiarazioni Flavio Cirillo, centrocampista molfettese classe 2003, chiaramente sorridente: ”E’ stata una sfida abbastanza dura, seppur il risultato possa farla sembrare tranquilla. Oltre al campo bagnato (la pioggia spesso era fisicamente un ostacolo) però bisogna mettere in conto anche questa situazione. La rete di Gissi è stata decisiva, ovvio, grazie alla punizione di Giambuzzi serviva la pallache il suo compagno spediva in rete. Io credo che con l’aiuto degli altri ragazzi io possa  crescere molto in questo ambiente. Un compagno a cui sono più legato? Senz’altro Nicola Panelli, è un portento quel ragazzo (ride, ndr), ma la verità è che tutti insieme formiamo un grande gruppo. Per quanto riguarda la mia famiglia, mia madre avrebbe preferito che prestassi un po’ attenzione allo studio, ma ora che mi vede in questa squadra d’Eccellenza è felicissima per me. Sinceramente e non lo penso solo io, ci sono state parecchie incertezze arbitrali. La prossima gara sarà contro  l’Orta Nova e non abbasseremo la guardia”. 

Anche Tomas Lauriola, difensore manfredoniano classe 2004 dice la sua, in maniera pacata: “Nel primo tempo abbiamo avuto grosse difficoltà, poi ci siamo abituati a giocare in quelle condizioni e abbiamo tenuto duro. Sono certo che potevamo fare qualcosa in più ma l’importante era portare i tre punti a casa. Per me è un onore indossare questa maglia, questi colori, anche se mi dispiace non avere in squadra amici come Michele Prota e Matteo Eletto e molti altri, visto che sono cresciuto insieme a loro”.

Lauriola è l’unico under manfredoniano rimasto e a tal proposito spiega: “Ad un sacco di ragazzi locali farebbe piacere esserci, soprattutto in questo periodo, ricordo che quando mi chiamarono ho raggiunto il campo correndo e avevo il fiatone, praticamente avevo già fatto metà allenamento (ride, ndr). Forse se sono qui è perché ho mostrato di valere in campo senza far troppo “rumore”, ciò non toglie che a Manfredonia ci siano giocatori miei coetanei e compagni  molto validi a cui auguro di realizzare i propri sogni. Attualmente sono molto legato a Luigi Dinielli e Giovanni Montone e con gli altri spero di raggiungere ottimi risultati, anche personali. Domenica prossima verrà  l’Orta Nova (essendoci due sfide casalinghe di seguito) e non possiamo rilassarci”. 

Per il Foggia Incedit, contrariamente a ciò che era stato assicurato in precedenza, la società non ha concesso dichiarazioni da parte dei ragazzi per ragioni personali .

Michela Rinaldi

Share post:

Popular

Ti potrebbe interessare
Related

Roma, pronto un biennale al ribasso per Smalling. Inter in agguato

Il difensore con ancora poche presenze potrà avvalersi della...

Juve, l'intercettazione: "Arthur pagato 75 milioni, palese non valesse tanto"

Juve, l'intercettazione: "Arthur pagato 75 milioni, palese non...