TRANI PAREGGIO CON POLEMICA AD ACQUAVIVA. – A.S.D. CITTA’ DI TRANI

Il secondo rigore che ha per permesso all’Acquaviva di pareggiare a 5 minuti dal 90′ risulta al quanto sospetto.

Nella prima giornata di campionato di Promozione il Trani pareggia per 2-2 contro una delle compagine candidate a vincere il campionato: L’Atletico Acquaviva.

Mister Leonino, che sulla panchina dell’Acquaviva ha ottenuto una preziosa promozione nel campionato di Prima Categoria, manda in campo una squadra pronto a giocarsi comunque la partita schierando un 4-3-3 poco rinunciatario.

La partita si mette subito bene i tranesi, che già dopo due 90 secondi sono in vantaggio, grazie ad un regalo del portiere avversario Marchitelli, che attende troppo per il rinvio e si fa rubare il pallone da Di Francesco che segna il primo goal in campionato per il Trani.

Al 7′ timida reazione dei baresi con Guglielmi che imbeccato da un cross di Cannone non impatta bene di testa con il pallone che finisce abbondantemente fuori.

Al 30′ stessa sorte tocca a Cannone che manda fuori, e di parecchio, un colpo di testa su cross di Laserra.

Arriva solo al 35′ l’occasione clamorosa da rete dell’Acquaviva con Crisantemo che compie un vero miracolo su tiro ravvicinato di Guglielmi.

Due Minuti più tardi arriva il raddoppio del Trani, con una grande azione di Beroshvili che in pressing ruba palla a Gernone, resiste alla carica e serve un assist perfetto per Loconte che deve solo appoggiare il pallone in rete facendo urlare i tanti tifosi arrivati da Trani. Si va negli spogliati con il doppio vantaggio.

Il secondo tempo il Trani entra in campo con un atteggiamento rinunciatario, come volesse solo gestire i due goal di scarto. Come detto però l’Acquaviva è una squadra esperta con tante individualità importanti e dopo 8 minuti della ripresa è Gernone a fare partire un tiro da fuori area che supera il portiere tranese Crisantemo.

Al 75′ Talin Facundo commette l’unico errore della gara, colpendo involontariamente il pallone con il braccio, il signor Berardi di Molfetta non ha dubbi e indica il dischetto. Genchi trova l’angolo perfetto ma anche una magistrale parata di Michele Crisantemo, che interviene anche sulla respinta dell’attaccante barese.

La grande parata di Crisantemo sul penalty di Genchi

Il Trani prova a resistere e mentre sembra che i tre punti siano in cassaforte arriva un altro penalty all’85’, dubbio a dir la verità, per intervento di Calefato su Genchi. Dalle immagini si evince che il fallo sia commesso dall’attaccante barese. Il rigore viene trasformato da Lenoci.

Il contrasto Genchi – Calefato

Non succede nulla nei 3 minuti di recupero concessi dal direttore di gara che e il risultato resta di 2-2.

Fosse un incontro di Boxe potremmo dire che ai punti il pari sia il risultato giusto, ma il secondo rigore molto dubbio lascia tante perplessità al Trani che è stata in vantaggio per ben 85 minuti.

Domenica prossima il Città di Trani ospita il San Ferdinando.

Beppe Magrone

Fonte: Città di Trani Official Site

Share post:

Popular

Ti potrebbe interessare
Related

Nardò – Molfetta 0-0. Highlights.

Nardò 28 settembre... Fonte: Nardò Official site

Mercato Milan: per il rinnovo di Leao servono 65 milioni

Al nuovo stipendio del portoghese, che peserebbe per 45-50...

BENVENUTO FILIP! – Taranto Football Club 1927

Fonte: Taranto Football Club Official Site

28 settembre 2022 – Foggia calcio, cercasi allenatore

Fonte: AntennaSud Official Youtube channel