di Danilo Sandalo

Un gol per tempo permette a Lecce e Fiorentina di pareggiare la gara del posticipo serale del lunedì che chiude la decima giornata del campionato di Serie A.
Un pareggio agrodolce per i salentini di Baroni che, grazie anche a una buona prestazione, hanno assaporato il sapore della prima vittoria casalinga della stagione purtroppo rimandata.
Il Lecce dimostra personalità e di saper stare in campo, la Fiorentina prova a colpire e farsi valere ed al 37′ minuto del primo tempo ci riesce anche con Cabral che insacca alle spalle di Falcone ma l’ arbitro annulla per fuorigioco di Bonaventura.
Sul finire della prima frazione i Salentini passano in vantaggio grazie a Ceesay che, dopo aver clamorosamente fallito un gol a tu per tu con Terracciano, insacca di testa regalando ai tifosi ed a se stesso una grande gioia.
Si va al riposo con il Lecce in avanti e deciso a vendere cara la pelle ma nella ripresa al 48′ minuto la Fiorentina pareggia con Koumè che di testa mette alle spalle di un incolpevole Falcone.
Lo stesso portiere giallorosso si rende grande protagonista nella seconda frazione di gioco risultando determinante ai fini del risultato finale.
Dunque un pareggio che serve per muovere la classifica che ora vede il Lecce a quota 8 punti, mentre i viola sono due punti in avanti a quota 10.
Domenica prossima salentini di scena a Bologna in uno scontro salvezza contro una diretta concorrente che sta avendo un periodo non proprio facile dal punto di vista dei risultati e che vede il neo tecnico Thiago Motta già in bilico dopo essere subentrato a Sinisa Mihajlovic solo qualche settimana fa.