Derby condizionato dall’Europa, ma Gregucci: “Ciro stai attento, non rischiare, ascolta i dottori…”

data

Angelo Gregucci: “Prima le due romane si giocano la qualificazione, e poi c’è il derby. La stracittadina la soffrono soprattutto loro, i giocatori romani, ricordo come pativano Di Canio, Giannini, Totti…”

Angelo Gregucci è già a domenica, già al derby. Un fiume in piena, dopo le sue 7 stagioni da difensore laziale dal 1986 al 1993. Il derby di Roma lo spiega e lo racconta, a partire dalle sue esperienze personali: “Quando giocavo, una volta sono sceso al macellaio sotto casa, gentile e allegro come sempre, ma a spesa finita ai saluti mi dice mi raccomando per il derby…Ho detto sì, certo, poi ho controllato e il giorno dopo gli ho detto ‘Ma il derby è fra due mesi, ci sono prima 8 partite’. Nun te preoccupà mi risponde, tu pensa al derby…”.

Roma-Lazio è fatta così, nella settimana di una stracittadina che arriva dopo gli impegni di Europa League: “La Roma è più padrona del suo destino della Lazio. Anche per loro l’ultima giornata è decisiva, ma la situazione laziale…

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

Ibra attore con Verdone. De Laurentiis: ‘Un gigante che è già anche un grande attore!’

Il calciatore sul set in “Vita da Carlo-2”: ha...

Juve, la Procura sul fratello di Chiellini: “È lui il contabile delle plusvalenze”

Nelle carte dell'inchiesta i pm torinesi ricostruiscono il ruolo...

Medel: ‘A Bologna mi trovo molto bene, vorrei continuare a giocare qui’

Il cileno: “Con Motta c’è un buon rapporto, ma...

Milan-Lumezzane 3-2 nell’amichevole di Milanello. Gran gol di Adli

Gran gol del franco-algerino nel test a Milanello, in...