Foggia, Gallo: “Tutti sanno che voglio vincere. Pres? Non possiamo sentirlo”


Fabio Gallo, tecnico del Foggia, ha parlato alla vigilia del posticipo contro l’Avellino di domani sera, come raccolto dai colleghi di FoggiaGol.it: Sarà una partita di livello a prescindere dalla posizione di classifica che ci vede molto vicini. Due squadre che sono in ripresa e noi arriviamo con qualche problemino ma il gruppo è riuscito a recuperare abbastanza, giocando il lunedì abbiamo un giorno in più per ritrovarci e poi la rifinitura di oggi e un lavorino che faremo domattina per prepararci sulle palle inattive ci aiuterà ad arrivare al massimo domani sera. Indisponibili Malomo sicuramente, D’Ursi probabile il resto anche se con qualche acciacco dovrebbero essere tutti pronti per la sfida con gli irpini. I punti li abbiamo fatti perchè abbiamo fatto gol e per me non è importante chi segna ma arrivare a fare gol anche con i difensori e poco importa.  Ai miei giocatori ho detto di provare a vincere anche se poi in campo ci sono gli avversari e la squadra sta lavorando nella fase offensiva parecchio, mentre nella fase difensiva ci siamo già abbastanza, come in Coppa dove ho dovuto scervellarmi per trovare le soluzioni per salvaguardare quei pochi difensori che ho a disposizione. Devo dare certezze al gruppo perché senza certezze non si va da nessuna parte. Dobbiamo dare continuità ai risultati perché questo aspetto ti dà fiducia, ti dà forza, autostima e morale oltre al piazzamento in classifica. L’Avellino è reduce da un pareggio con il Catanzaro nel secondo tempo dove ha messo in campo la determinazione per raggiungere il risultato e i miei dovranno mettere in campo tutte le energie fisiche e le conoscenze che mi hanno dimostrato di avere. Mercoledì ho detto ai ragazzi che volevo passare il turno e alla fine anche loro volevano la stessa cosa. A Viterbo abbiamo capito che ce la possiamo giocare e che potevamo vincerla e con il cambio di Peralta abbiamo sfoderato una prestazione interessante così come tutti quelli che hanno giocato. Il mio concetto è che io voglio vincere poi magari dopo non riesco ma questo è il concetto che deve pervadere tutti i calciatori e loro devono sapere che io voglio vincere. Quando voglio gestire perdo è successo da calciatore e anche da allenatore. Il Presidente non lo abbiamo sentito perché non possiamo sentirlo anche se mi confronto con tutta la dirigenza e con il figlio Emanuele. Loro sono sempre presenti a tutti gli allenamenti quotidianamente e hanno sempre dimostrato non solo con le parole ma con i fatti di essere vicini ai ragazzi e di lavorare per contribuire al miglioramento di questo gruppo anche a livello morale e di certezze. Non dobbiamo dare adito a dubbi che pure possono nascere perché loro sono concentrati su quello che devono fare e in questo momento parlo solo di calcio, dei tifosi e della città di Foggia ma non parlo di questioni di cui non sono a conoscenza”.

Fonte:TuttoC.com

Share post:

Popular

Ti potrebbe interessare
Related

07 Dicembre 2022 Brindisi Fc Felleca l’uomo in più

Fonte: AntennaSud Official Youtube channel

07 Dicembre 2022 serie D Le ultime di calciomercato

Fonte: AntennaSud Official Youtube channel

Foggia-Catanzaro a porte chiuse: il comunicato ufficiale della Lega Pro

La Lega, in relazione alla delibera del Giudice Sportivo...