Otranto e Manduria si dividono la posta in palio

Secondo pareggio consecutivo senza reti per il Città di Otranto. Il team allenato da Graziano Tartaglia si divide la posta in palio con il Manduria al termine di un match, quello giocato sull’erba artificiale del “La Torre” di Castrignano de’Greci, intenso e combattuto sino al triplice fischio del direttore di gara.

Privo del solito Piccinno e di Cisternino e con Mancarella in panchina a causa di qualche acciacco, l’undici in maglia gialla inizia bene e si fa vedere sulla corsia sinistra prima con Plevi, il cross del quale si spegne all’altezza del primo palo, e Villani il cui servizio verso Tourè è intercettato da un difensore tarantino.

Al 10’, paura nell’area di rigore idruntina: a seguito di uno scontro fortuito restano a terra Caroppoe Daniele Marino. A riportare le conseguenze più serie è il difensore, costretto a uscire dal campo prima di essere trasportato in ospedale per i controlli di rito. Al suo posto entra Mancarella.

Approfittando del momento complicato dei padroni di casa, il Manduria alza il baricentro. Caropposmanaccia il colpo di testa ravvicinato di Cavaliere, che poco dopo sbaglia sottomisura. Il numero uno del Città di Otranto è provvidenziale al 28’quando va a terra sulla sua destra e devia una conclusione in diagonale.

Al 34’, l’Otranto reclama per un calcio di rigore apparso ai più netto, il direttore di gara lascia correre tra le proteste. La prima frazione va in archivio sulle conclusioni di Plevi, a lato, e Trovè, colpo di testa fuori.

La seconda frazione di gioco si apre con un Otranto più deciso. Si accende Villani, entra in area dalla sinistra e cerca il contatto con un avversario: il dieci va a terra, per l’arbitro è simulazione da cartellino giallo. Capitan Mariano e compagni fraseggiano bene negli ultimi 30 metri, ma faticano a a trovare la stoccata vincente dalle parti del portiere avversario.

E così, sul fronte opposto, Caroppo mantiene inviolata la porta con un prodigioso intervento sul colpo di testa ravvicinato del solito Cavaliere.

La partita è avvincente, sugli sviluppi di un calcio d’angolo avversario, parte il contropiede idruntino con Gallo che punta la porta e serve nello spazio Trovè. Entrato in area, l’attaccante è affrontato dal portiere che lo atterra. L’arbitro assegna la massima punizione: lo stesso Trovè a calciare, ma il duello è vinto da Maraglino che indovina l’angolo e blocca la sfera.

Le squadre si allungano e continui sono i capovolgimenti di fronte. Il risultato non cambia, l’ultimo guizzo di Villani è respinto da Maraglino.

Con il pari odierno, il Città di Otranto sale a quota 20 punti in classifica, radicandosi in piena zona playoff. Domenica prossima nuova sfida casalinga, avversario l’Ostuni.

Di seguito, il tabellino completo della partita 

CAMPIONATO ECCELLENZA PUGLIESE 2022/2023. GIRONE B

DECIMA GIORNATA DI ANDATA 

20 NOVEMBRE 2022 – ORE 14.30

STADIO “LA TORRE” CASTRIGNANO DE’GRECI (LECCE)

ASD CITTÀ DI OTRANTO – UG MANDURIA SPORT 0-0

ASD CITTÀ DI OTRANTO: Caroppo, Angelini, Plevi, Marino Dino, Frisco, Marino Daniele(17’pt Mancarella), Valentini, Mariano, Trovè (39’st Nicolazzo), Villani, Tourè (23’st Gallo). All. Tartaglia. A disposizione: Mele, Cariddi, Faggiano, Liquori, Montefrancesco, Assalve.

UG MANDURIA SPORT: Maraglino, Marinelli, Dorini, D’Arcante, Pino, Aquaro, D’Ettorre (23’st Procida), Kouamè, Cavaliere, Russo (39’st Portoghese), De Maria. All. Branà. A disposizione:Cocozza, De Nunzio, Pizzoleo, Napolitano, Perrone, Pasculli, Onesto..

ARBITRO: Michele De Pinto di Bari.

ASSISTENTI: Giuseppe Francesco Magnifico di Bari – Piergiacomo Palermo di Bari.

AMMONITI: Trovè (O); D’Ettorre (M), Villani (O), Russo (M), Mancarella (O).

CALCI D’ANGOLO: 6-3 per il Manduria.

RECUPERO: 4’pt; 4’st.

UFFICIO STAMPA

Share post:

Popular

Ti potrebbe interessare
Related

Ecco le 22 operazioni della Juventus sotto la lente della Procura di Torino

Ecco le 22 operazioni della Juventus sotto la...

“Infame, traditore, sbirro”, alcuni commenti a De Sciglio sul caso Juventus

Il calciatore della Juventus, Mattia De Sciglio viene pesantemente...