Cairo: “Il calcio ha avuto poco dallo Stato. Forse non siamo bravi a fare lobby”

data

Il presidente del Torino: “Contribuiamo per il 70% alle entrate fiscali dell’intero sport italiano, ma abbiamo avuto meno attenzioni del cinema”. E sul caso Juve: “Le cose vanno guardate in profondità”

Nel giorno in cui la Figc pubblica il suo ultimo bilancio, da cui emerge che per un euro ricevuto dallo Stato il calcio ne restituisce 18, il presidente del Torino e di Rcs MediaGroup Urbano Cairo torna a lamentare una scarsa attenzione verso il settore: “Questo è un momento particolare per il calcio italiano. Siamo reduci da anni molto complicati. Ma il fatto che il calcio, che contribuisce per il 70% alle entrate fiscali dell’intero sport italiano, abbia avuto pochissimo dallo Stato è un dispiacere. Non avere un’attenzione per il calcio come lo si è avuto per il mondo del cinema è una cosa negativa. Probabilmente non siamo così bravi a fare lobby. Un po’ di attenzione in più non guasterebbe”.

Sulla Juve

—  

Cairo, intervenuto a margine dell’incontro…

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

Udinese | Era fatta per Deulo agli Spurs! L’infortunio ha fatto saltare tutto

Clamoroso retroscena di mercato che coinvolge l'attaccante catalano. Secondo...

Lecce, Baroni: “Contro la Cremonese gara intensa. Mercato? Io contento”

Conferenza stampa della vigiliaMarco Baroni, tecnico del Lecce, è...

Juve, a Salerno con il tridente? Tutte le opzioni a disposizione di Allegri

Difficile che l'assetto tattico venga stravolto, in difesa almeno...