Caldara: “Con Higuain al Milan, che rimpianto. Ma ora salvo lo Spezia con Kiwior”

data

Il difensore penalizzato dagli infortuni il 4 gennaio sfiderà l’Atalanta: “Più di un club, è una cultura. Ora si fa il calcio di Gasp, un genio”

L’Atalanta, la Juve, il Milan, il Trapani, il Cesena, il Venezia, lo Spezia. Inferno, Purgatorio e Paradiso. In 28 anni Mattia Caldara da Scanzorosciate, paese a 5 km da Bergamo, li ha frequentati tutti. Mettendo dentro questa vita di porte girevoli, un crociato, un tendine d’Achille, un tendine rotuleo, un diploma da ragioniere, l’amore di Nicole, la nascita di due figli. Signori, questo è un uomo.

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

Da Braaf a Zeefuik, ecco i 20 stranieri arrivati in A

Da Braaf a Zeefuik, ecco i 20 stranieri arrivati...

Juve, il mercato più povero: zero acquisti, dopo Vlahovic, Rovella, Kulusevski

Zero acquisti. Solo una cessione, peraltro con vantaggi di...

Inter, Skriniar resta: da Inzaghi ai tifosi, come sarà gestito il difensore

Dalla presenza in formazione alla fascia da capitano, dai...

Pellegrini-Lazio, il cerchio si chiude: “È la squadra del mio cuore”

Il romano di Cinecittà in prestito dalla Juve dopo...