Il Governo Meloni al calcio: sì alla rateizzazione ma con una sanzione del 3%

data

Per i club niente norme ad hoc per i 480 milioni di euro di versamenti sospesi. Via libera per i contratti dei diritti tv che passeranno da tre a cinque anni

Rateizzazione sì ma con una sanzione. Come per tutte le altre imprese. Nella giornata di ieri si consuma il no definitivo del governo all’ipotesi di un provvedimento ad hoc per il calcio e lo sport. L’orientamento della premier Giorgia Meloni e del ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti filtra all’ora di pranzo e subito dopo il ministro Andrea Abodi, nel question time alla Camera, rispondendo alla sollecitazione del gruppo di Azione-Italia Viva, ribadisce la sua contrarietà. Alla scadenza del 22 dicembre, potranno spalmare i versamenti fiscali e previdenziali in 60 rate in 5 anni pagando una sanzione del 3 per cento, la cifra prevista nella legge di Bilancio. Si sta invece lavorando per impedire una denuncia penale per un allungamento dei tempi burocratici. Anche qui l’obiettivo non riguarda solo il calcio e lo sport ma…

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

Totti-Ilary Blasi, nuovo round (muto) in tribunale

Udienza alla sezione Civile legata a borse, gioielli e...

Udinese | Era fatta per Deulo agli Spurs! L’infortunio ha fatto saltare tutto

Clamoroso retroscena di mercato che coinvolge l'attaccante catalano. Secondo...

Lecce, Baroni: “Contro la Cremonese gara intensa. Mercato? Io contento”

Conferenza stampa della vigiliaMarco Baroni, tecnico del Lecce, è...