Pioli e quel nodo irrisolto: la trequarti del Milan cerca un vero padrone

data

Da Kessie e Krunic a Diaz e De Ketelaere, la “10” negli ultimi anni è passata di mano senza trovare un interprete fisso. E i ballottaggi continuano…

Quando arriva la vigilia di partita, di solito i dubbi a Milanello – al netto delle esigenze dettate dall’infermeria – riguardano quasi esclusivamente la trequarti. Ovvero chi gioca a destra e chi al centro. Ballottaggi più o meno perenni che, detto con franchezza, trovano maggiormente radici nelle difficoltà dei singoli nell’avere continuità piuttosto che in un testa a testa di alto livello. E così Pioli, un po’ in base all’avversario e un po’ (molto) in base alle condizioni psicofisiche dei suoi interpreti, di partita in partita cerca di capire la soluzione migliore.

Rendimento

—  

Il trequartista centrale, però, è una delle chiavi principali di una squadra che gioca per lo più col 4-2-3-1. Uomo di fantasia, di raccordo e, anche, di pressione sul gioco altrui. Insomma, servirebbe un riferimento di…

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

Zeman alle Iene: “Il doping nel calcio? Rispetto al passato non è cambiato niente…”

L'ex allenatore della Roma è stato duro: "E' strano...

Juve, chi è Pecorino, l’attaccante che ha messo le ali alla Next Gen

L’attaccante della seconda squadra ha messo a segno 3...

Salernitana-Juventus, Nicola: “Allegri saprà come motivare i suoi. Mercato…”

Davide Nicola, tecnico della Salernitana, presenta il match con...

Muriqi, alla Lazio un bidone, un pirata a Maiorca

Esploso in Turchia, il bomber era stato un fallimento...