Fidelis Andria-Taranto, un derby ad alta tensione. Le probabili formazioni


Derby infuocato quello che attende Fidelis Andria e Taranto. Soprattutto per i federiciani in una settimana di grandi cambiamenti. La squadra andriese ha cambiato guida tecnica. All’indomani della sconfitta di Cerignola, la società ha deciso per una nuova svolta. Via Doudou e dentro l’esperto Bruno Trocini. In una settimana caratterizzata da un mercato invernale particolarmente caldo con l’arrivo di Troest e De Franco, la compagine federiciana ora ha un nuovo allenatore e già dalle prime dichiarazioni si promette impegno massimo per uscire dalla situazione attuale di classifica. Per la Fidelis non ci sono alternative al successo sia per il prestigio in questo derby contro il Taranto sia per la classifica. Lo chiede l’amor proprio e la graduatoria. Chissà che questa ventata di novità sia da un punto di vista tecnico che da un punto di vista psicologico non porti nuova linfa alla squadra dilaniata da tanti problemi di natura tattica, tecnica e non solo. Ora starà a Bruno Trocini trovare la quadra e far ritrovare ai ragazzi spirito e compattezza. Il morale non potrebbe certo essere a mille ma va detto che la penalizzazione della Viterbese ha permesso alla Fidelis di risalire al penultimo posto e probabilmente questo scossone in classifica ha fatto ritrovare nuova voglia ed entusiasmo ad una squadra troppo spesso in balia di se stessa e delle sue paure. Dal canto suo arriva ad Andria un Taranto che deve ritrovare anzitutto la via del gol smarrita oramai da tre partite. Il pareggio striminzito di domenica scorsa contro la Turris ha fatto storcere il naso a qualcuno nell’ambiente rossoblù e in primis al mister Ezio Capuano che si aspettava più cattiveria sotto porta e meno egoismi. Invece i rossoblù hanno fatto il “compitino” senza affondare ed entusiasmare. E ora la classifica si è accorciata a maggior ragione dopo il successo della Gelbison ieri nell’anticipo contro la Virtus Francavilla. Davvero una bagarre in quella parte della graduatoria che non può far dormire sogni tranquilli al Taranto. Rossoblù rinfrancati dagli interventi della società sul mercato e ora ci si aspetta che i nuovi facciano la differenza. In particolar modo molto ci si aspetta da Rossetti, Semprini e Bifulco che potrebbero davvero dare tanto alla squadra e permettere a Capuano anche di variare tatticamente il gioco del Taranto potendo optare anche per altre soluzioni. Tali soluzioni che possono essere alternative al 3-5-2 classico del tecnico campano. Dunque, una sfida non solo sentita da entrambe le tifoserie ma anche molto importante ai fini della classifica e del futuro in questo campionato e soprattutto per la Fidelis. Negli undici precedenti allo stadio Degli Ulivi cinque vittorie per la Fidelis Andria, quattro pareggi e due vittorie del Taranto. L’anno scorso finì con un rotondo 3-0

QUI FIDELIS ANDRIA. C’è preoccupazione nello spogliatoio della Fidelis e questo Trocini ha avuto subito modo di verificarlo ma la necessità di punti è impellente. Il neo allenatore dei federiciani ha lavorato durante la settimana soprattutto sulla testa dei giocatori e sul morale non certo al massimo. La penalizzazione della Viterbese ha, comunque, ridato più fiducia alla squadra della BAT e si tenta di trovare la massima concentrazione per non incorrere in un nuovo stop. Sul piano tattico Trocini dovrà fare a meno degli indisponibili Ercolani e Pinelli. A disposizione i nuovi arrivati De Franco e Borg insieme a Troest. Il neo tecnico potrebbe adottare diverse modifiche, a partire dal modulo che potrebbe essere il 3-5-2. Tra i pali spazio a Vandelli; Delvino, De Franco e Dalmazzi in difesa. In mediana Arrigoni, affiancato da Candellori e Urso. Sulle fasce potrebbero agire Mariani e Pavone, mentre in attacco Ekuban e Bolsius.

QUI TARANTO. Mister Capuano ha provato in settimana alcuni movimenti offensivi per cercare di mettere in condizione le sue punte di offendere di più. In ogni caso si dovrebbe ripartire sempre dal 3-5-2. Out Evangelisti e Tommasini, il Taranto dovrebbe optare per una difesa composta da Formiconi, Antonini e Manetta con Provenzano e Labriola a guidare la manovra rossoblù in mezzo al campo e con Rossetti e Semprini in avanti, quest’ultimo incaricato di sostituire lo squalificato Tommasini. Dovrebbe nuovamente ripartire dalla panchina Bifulco

Ecco le probabili formazioni del match che TuttoC.com vi racconterà a partire dalle ore 17.10:

FIDELIS ANDRIA ( 3-5-2): Vandelli; Delvino, De Franco, Dalmazzi; Mariani, Candellori, Arrigorni, Urso, Pavone; Ekuban, Bolsius.  A disp.: Savini, Zamarion, Finizio, Graziano, Orfei, Ventola, Mercurio, Dijbril, Zenelaj, Alba, Milillo, Tulli, Paolini, Marino. All. Bruno Trocini

TARANTO ( 3-5-2): Vannucchi; Manetta, Antonini, Formiconi; Mastromonaco, Provenzano, A.Romano, Labriola, Ferrara; Semprini, Rossetti. A disp.: Loliva, Caputo, Canalicchio, G.Romano, Diaby, Mazza, La Monica, Bifulco. All. Ezio Capuano

Arbitro: sig. Kevin Bonacina di Bergamo; assistenti Cerilli/Franco; quarto uomo sig. Adboulaye Diop

Fonte:TuttoC.com

Share post:

Popular

Ti potrebbe interessare
Related

Martina, mister Pizzulli: «Vincere a Brindisi è un segnale importante della squadra»

La conferenza stampa dell'allenatore del Martina Massimo Pizzulli dopo...

Comunicato della società – Casarano Calcio

La società Casarano Calcio comunica di aver sollevato dall’incarico...

Picerno, Longo: “Quota salvezza a 42 punti, al resto ci penseremo dopo”

Emilio Longo, tecnico del Picerno, si dice soddisfatto dopo...