Mancini e l’ultimo abbraccio a Vialli: “Un leone sino alla fine”

data

Il c.t. in clinica da Vialli: “Era molto debole ma al riposo alternava attimi di grande lucidità. La Nazionale era sempre nei suoi pensieri: mi ha chiesto come era andato lo stage”

L’ultimo abbraccio è stato il 29 dicembre. A Londra, come un anno e mezzo prima, l’11 luglio 2021. Senza il profumo dell’erba del prato di Wembley, ma con l’odore inconfondibile di una clinica. Un silenzio dove bastava sussurrare, per parlarsi. Ma in fondo Vialli e Mancini l’avevano fatto anche quella sera: erano così poche le cose da dirsi all’orecchio che bastava farlo a bassa voce.

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

La Roma di Liedholm e quella vittoria a Napoli, primo segnale per il titolo

Ottobre 1982: con l’Italia sotto choc per l’attacco alla...

Brozovic si allontana dall’Inter. Pronta l’asta: la Juventus c’è

Il croato sui taccuini anche di Barcellona, Real e...

Lecce-Salernitana 1-2, le pagelle della Gazzetta

RCS MediaGroup S.p.A.Via Angelo Rizzoli, 8 - 20132 Milano.Copyright...

Sampdoria, Stankovic: “Affrontare l’Atalanta senza paura”

Le parole del tecnico blucerchiato«Andiamo ad affrontare l’Atalanta con...