Molfetta, capitan Longo: «Insoddisfatto del pari col Barletta. La salvezza è il minimo…»


Lunga intervista concessa ai canali ufficiali del club per Lorenzo Longo capitano del Molfetta. Dichiarazioni a tutto campo per uno dei calciatori più rappresentativi del club biancorosso.

𝗕𝘂𝗼𝗻𝗴𝗶𝗼𝗿𝗻𝗼 𝗟𝗼𝗿𝗲𝗻𝘇𝗼. 𝗧𝗿𝗮 𝗽𝗼𝗰𝗵𝗶 𝗴𝗶𝗼𝗿𝗻𝗶 𝘁𝗲𝗿𝗺𝗶𝗻𝗮 𝗶𝗹 𝗰𝗮𝗹𝗰𝗶𝗼𝗺𝗲𝗿𝗰𝗮𝘁𝗼. 𝗟𝗮 𝘀𝗼𝗰𝗶𝗲𝘁𝗮̀ 𝗵𝗮 𝗰𝗼𝗺𝘂𝗻𝗶𝗰𝗮𝘁𝗼 𝗰𝗵𝗲 𝘀𝗲𝗶 𝗶𝗻𝗰𝗲𝗱𝗶𝗯𝗶𝗹𝗲 𝗲 𝗶 𝘁𝗶𝗳𝗼𝘀𝗶 𝗵𝗮𝗻𝗻𝗼 𝘁𝗶𝗿𝗮𝘁𝗼 𝘂𝗻 𝘀𝗼𝘀𝗽𝗶𝗿𝗼 𝗱𝗶 𝘀𝗼𝗹𝗹𝗶𝗲𝘃𝗼. 𝗧𝗶 𝘀𝗲𝗻𝘁𝗶 𝘂𝗻 𝗴𝗶𝗼𝗰𝗮𝘁𝗼𝗿𝗲 𝗶𝗺𝗽𝗼𝗿𝘁𝗮𝗻𝘁𝗲 𝗽𝗲𝗿 𝗹𝗮 𝗠𝗼𝗹𝗳𝗲𝘁𝘁𝗮 𝗖𝗮𝗹𝗰𝗶𝗼?

Mi sento maggiormente importante con la dichiarazione della società inerente alla mia incedibilità e farò di tutto, con l’aiuto dei miei compagni, affinché venga raggiunto l’obiettivo.

𝗖𝗼𝗺𝗲 𝘁𝗶 𝘀𝗲𝗻𝘁𝗶 𝗳𝗶𝘀𝗶𝗰𝗮𝗺𝗲𝗻𝘁𝗲?

Fisicamente sto bene. Da inizio anno non ho saltato neanche una gara, compresa la Coppa. Penso sia naturale avere un momento di flessione, ma l’aspetto mentale sarà decisivo.

𝗦𝗲𝗶 𝗶𝗹 𝗰𝗮𝗽𝗶𝘁𝗮𝗻𝗼 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝘀𝗾𝘂𝗮𝗱𝗿𝗮 𝗱𝗮 𝗽𝗼𝗰𝗼 𝗽𝗶𝘂̀ 𝗱𝗶 𝘂𝗻 𝗺𝗲𝘀𝗲. 𝗔𝘃𝘃𝗲𝗿𝘁𝗶 𝗺𝗮𝗴𝗴𝗶𝗼𝗿𝗶 𝗿𝗲𝘀𝗽𝗼𝗻𝘀𝗮𝗯𝗶𝗹𝗶tà?

Da capitano avverto maggiori responsabilità, ma in questa squadra ci sono veterani con i quali abbiamo un quotidiano confronto.

𝗖𝗵𝗲 𝗿𝗮𝗽𝗽𝗼𝗿𝘁𝗼 𝗵𝗮𝗶 𝗰𝗼𝗻 𝗹𝗮 𝘀𝗼𝗰𝗶𝗲𝘁𝗮̀ 𝗲 𝗰𝗼𝗻 𝗺𝗶𝘀𝘁𝗲𝗿 𝗕𝗶𝘁𝗲𝘁𝘁𝗼?

Con società e mister Bitetto ho un buon rapporto. La società non ci sta facendo mancare nulla.

𝗖𝗼𝗻 𝗶𝗹 𝗰𝗮𝗺𝗯𝗶𝗼 𝗱𝗶 𝗮𝗹𝗹𝗲𝗻𝗮𝘁𝗼𝗿𝗲 𝘀𝗲𝗶 𝘀𝘁𝗮𝘁𝗮 𝗮𝗱𝗮𝘁𝘁𝗮𝘁𝗼 𝗽𝗿𝗶𝗺𝗮 𝗰𝗼𝗺𝗲 𝗿𝗲𝗴𝗶𝘀𝘁𝗮 𝗲 𝗽𝗼𝗶 𝘀𝗲𝗶 𝘁𝗼𝗿𝗻𝗮𝘁𝗼 𝗮𝗱 𝗲𝘀𝘀𝗲𝗿𝗲 𝗽𝗮𝗿𝘁𝗲 𝗮𝘁𝘁𝗶𝘃𝗮 𝗱𝗲𝗹 𝘁𝗿𝗶𝗱𝗲𝗻𝘁𝗲 𝗱𝗶 𝗮𝘁𝘁𝗮𝗰𝗰𝗼 𝗰𝗼𝗺𝗲 𝗰𝗼𝗻𝘁𝗿𝗼 𝗶𝗹 𝗕𝗮𝗿𝗹𝗲𝘁𝘁𝗮. 𝗗𝗼𝘃𝗲 𝘁𝗶 𝘀𝗲𝗻𝘁𝗶 𝗽𝗶𝘂̀ 𝗮 𝘁𝘂𝗼 𝗮𝗴𝗶𝗼?

In questa stagione ho ricoperto più ruoli tra centrocampo e attacco. Mi sento maggiormente a mio agio come mezzala o trequartista, ma mi metto a totale disposizione del mister, ovunque abbia la necessità.

𝗣𝗲𝗻𝘀𝗶 𝗰𝗵𝗲 𝗹𝗮 𝘀𝗾𝘂𝗮𝗱𝗿𝗮 𝘀𝗶𝗮 𝘀𝘁𝗮𝘁𝗮 𝗿𝗶𝗻𝗳𝗼𝗿𝘇𝗮𝘁𝗮 𝗱𝘂𝗿𝗮𝗻𝘁𝗲 𝗹𝗮 𝗳𝗶𝗻𝗲𝘀𝘁𝗿𝗮 𝗱𝗶 𝗺𝗲𝗿𝗰𝗮𝘁𝗼?

In questa finestra di mercato ci sono state delle partenze, ma allo stesso tempo la società ha tesserato giocatori promettenti e importanti, che hanno nella motivazione l’arma vincente.

𝗡𝗲𝗹𝗹𝗮 𝗽𝗮𝗿𝘁𝗶𝘁𝗮 𝗰𝗼𝗻𝘁𝗿𝗼 𝗶𝗹 𝗕𝗮𝗿𝗹𝗲𝘁𝘁𝗮, 𝗹𝗮 𝗠𝗼𝗹𝗳𝗲𝘁𝘁𝗮 𝗖𝗮𝗹𝗰𝗶𝗼 𝗵𝗮 𝗳𝗮𝘁𝘁𝗼 𝘂𝗻𝗮 𝗽𝗮𝗿𝘁𝗶𝘁𝗮 𝗼𝗿𝗱𝗶𝗻𝗮𝘁𝗮 𝗲 𝗮𝗴𝗴𝗿𝗲𝘀𝘀𝗶𝘃𝗮, 𝗺𝗲𝗿𝗶𝘁𝗮𝗻𝗱𝗼 𝗺𝗮𝗴𝗮𝗿𝗶 𝗾𝘂𝗮𝗹𝗰𝗼𝘀𝗶𝗻𝗮 𝗱𝗶 𝗽𝗶𝘂̀ 𝗿𝗶𝘀𝗽𝗲𝘁𝘁𝗼 𝗮𝗱 𝘂𝗻 𝗽𝗮𝗿𝗲𝗴𝗴𝗶𝗼. 𝗛𝗮𝗶 𝘃𝗶𝘀𝘁𝗼 𝗱𝗲𝗶 𝗺𝗶𝗴𝗹𝗶𝗼𝗿𝗮𝗺𝗲𝗻𝘁𝗶?

Personalmente non sono soddisfatto del pareggio contro il Barletta. La partita si era messa nella direzione giusta e potevamo assolutamente vincerla. Portiamo a casa questo pareggio, sicuri di dover migliorare sempre più.

𝗚𝗶𝗼𝗰𝗮𝗿𝗲 𝘂𝗻𝗮 𝗽𝗮𝗿𝘁𝗶𝘁𝗮 𝗰𝗼𝗻 𝗹𝗼 𝗦𝘁𝗮𝗱𝗶𝗼 𝗰𝗼𝗹𝗺𝗼 𝗱𝗶 𝗴𝗲𝗻𝘁𝗲 𝗱𝗮̀ 𝘂𝗻𝗮 𝘀𝗽𝗶𝗻𝘁𝗮 𝗺𝗮𝗴𝗴𝗶𝗼𝗿𝗲?

Nel nostro lavoro avere un pubblico così caloroso e presente è qualcosa di importante e motivante. Dovremo essere noi a trascinare sempre più gente allo Stadio.

𝗖𝗼𝘀𝗮 𝘁𝗶 𝗮𝘂𝗴𝘂𝗿𝗶 𝗱𝗮 𝗾𝘂𝗶 𝗳𝗶𝗻𝗼 𝗮 𝗳𝗶𝗻𝗲 𝘀𝘁𝗮𝗴𝗶𝗼𝗻𝗲?

Personalmente mi auguro di raggiungere la salvezza il prima possibile. Lo dobbiamo alla società, a tutti i tifosi che ci sostengono in casa e in trasferta e a noi stessi. La salvezza è il minimo che una piazza come Molfetta merita.

Fonte:NotiziarioCalcio.com

Share post:

Popular

Ti potrebbe interessare
Related

Martina, mister Pizzulli: «Vincere a Brindisi è un segnale importante della squadra»

La conferenza stampa dell'allenatore del Martina Massimo Pizzulli dopo...

Comunicato della società – Casarano Calcio

La società Casarano Calcio comunica di aver sollevato dall’incarico...

Picerno, Longo: “Quota salvezza a 42 punti, al resto ci penseremo dopo”

Emilio Longo, tecnico del Picerno, si dice soddisfatto dopo...