Scontri ultrà Roma-Napoli, Abodi: “Non si può essere tifosi e delinquenti”

data

Il ministro dello Sport torna sugli episodi di Badia al Pino. E sul divieto di trasferte ai sostenitori di Roma e Napoli: “È la decisione giusta, quella che andava presa”

“Non si può essere tifosi e delinquenti: o si è tifosi o delinquenti”. Così il ministro dello Sport Andrea Abodi torna sugli incidenti tra tifosi di Badia al Pino e commenta la decisione del ministro dell’Interno Matteo Piantedosi di vietare per due mesi le trasferte ai sostenitori di Roma e Napoli: “È stata assunta la decisione giusta, quella che andava presa”. Intervenendo al Premio Aldo Biscardi al Salone d’Onore del Coni ha aggiunto: “Nella riunione che abbiamo fatto ho parlato della necessità di rendere sempre più puntuale l’individuazione delle responsabilità. Nel mio mondo ideale paga chi è colpevole, non chi non c’è. Questo dipende anche dagli strumenti tecnologici: se mille tifosi fanno cori incivili, quei mille pagano, non paga anche chi sta in un’altra città. Dobbiamo far…

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

Spalletti, Gasperini e il vento di Sarri: adesso qualcosa si muove

Difficile dire se lo spettacolo al potere sia ormai...

La Roma di Liedholm e quella vittoria a Napoli, primo segnale per il titolo

Ottobre 1982: con l’Italia sotto choc per l’attacco alla...

Brozovic si allontana dall’Inter. Pronta l’asta: la Juventus c’è

Il croato sui taccuini anche di Barcellona, Real e...

Lecce-Salernitana 1-2, le pagelle della Gazzetta

RCS MediaGroup S.p.A.Via Angelo Rizzoli, 8 - 20132 Milano.Copyright...