Bisceglie Calcio 1913, prova convincente e successo all’inglese

Con una rete per tempo, rigorosamente nel segno del tandem offensivo Pignataro – Bonicelli, i nerazzurri addomesticano le velleità dell’ostica squadra dauna e centrano il quarto bottino pieno di fila. È piaciuta la condotta spigliata e la costanza mostrata da Stefanini e compagni nell’arco dell’intera sfida.

Solido, propositivo, per lunghi tratti spumeggiante. È il Bisceglie visto all’opera nel match casalingo della nona d’andata contro il Foggia Incedit, risolto con una rete per tempo nel segno della “premiata ditta” Pignataro – Bonicelli. Al cospetto di un’avversaria organizzata e disposta a misurarsi a viso aperto sul prato del “Ventura”, i nerazzurri hanno sfoderato una delle migliori prestazioni in stagione centrando la quarta vittoria di fila, essenziale per alimentare l’inseguimento al podio del girone A.

Oltre alle due marcature di pregevole fattura, il collettivo di mister Di Meo si è lasciato apprezzare per la personalità nella gestione del risultato nonché per la qualità della manovra espressa: solo alcune prodezze del promettente estremo ospite De Troia e un pizzico di sfortuna (è il caso della traversa centrata da Petitti) hanno negato agli stellati un successo più rotondo. Pino Di Meo opta per il medesimo “undici” di partenza schierato nella precedente gara con la Molfetta Sportiva. L’incipit nerazzurro è spigliato, così al 5’ Kone riceve palla da Mangialardi e s’invola sulla fascia destra imbucando al centro dove, tuttavia, non c’è alcun compagno in posizione utile per la finalizzazione. Al 10’ Pignataro si procura una punizione dai 18 metri e s’incarica egli stesso della trasformazione con una splendida traiettoria che aggira la barriera lasciando di stucco De Troia per il vantaggio del Bisceglie coincidente con la decima gioia personale in campionato per il bomber brindisino.

Tre minuti più tardi lo shoot velenoso dal limite di Petitti è deviato da un difensore foggiano in angolo, mentre l’unica opportunità di marca ospite nel primo tempo arriva al 19’ con il tentativo dalla distanza di Dascoli finito non lontano dal montante sinistro. A seguire i padroni di casa assumono autorevolmente le redini del confronto sfiorando a più riprese il raddoppio prima dell’intervallo. Corre il 26’ quando Bonicelli si aggiudica il duello in velocità con Ripanto e apparecchia all’indirizzo di Pignataro, che arriva in ritardo per la correzione sottomisura. Alla mezz’ora Petitti gonfia la rete, ma Lombardo annulla per offside su segnalazione dell’assistente, mentre al 33’ lo stesso Petitti serve un “cioccolatino” nel cuore dell’area a Pignataro, la cui inzuccata oltrepassa la traversa. De Troia si erge a protagonista per due volte a stretto giro di posta al 36’: dapprima vola sotto l’incrocio di destra per disinnescare il perfido piazzato di Petitti, quindi è reattivo nel chiudere lo specchio al tiro ravvicinato di Bonicelli che sempre nella medesima azione protesta per un contatto in area ai suoi danni non sanzionato con il penalty.

Anche nella ripresa il canovaccio della contesa resta immutato, con il Bisceglie capace di sciorinare trame ordinate quanto incisive. Al 7’ Farucci, in proiezione offensiva sugli sviluppi di palla inattiva, si produce in un destro da buona posizione che risulta impreciso. La poderosa stoccata di Petitti dal limite (19’) timbra il montante alto a De Troia battuto. È il preludio al raddoppio nerazzurro: minuto 22, assist in verticale del pimpante Petitti per l’inserimento di Bonicelli, abile a penetrare in area e a trafiggere De Troia con una precisa rasoiata che gli vale il settimo centro in stagione. Al 25’ Kone prova a mettersi in proprio sgusciando tra una selva di gambe avversarie, ma la sua soluzione con il destro difetta nella mira. Un minuto dopo tocca daccapo a Petitti con un tiro dai 25 metri terminato di un’inezia a lato.

Nel segmento finale applausi per Gigi Zinfollino, bravo a mantenere inviolata la sua porta per la seconda domenica di fila sulle conclusioni assai pericolose di Siclari (29’) e dell’ex Rubino (37’), con il Foggia Incedit costretto all’inferiorità numerica dal 30’ per l’espulsione rimediata da un irruente Dascoli. Domenica prossima il Bisceglie sarà impegnato nell’ostica trasferta al “Parisi” di San Marco in Lamis.

Tabellino

campionato di Eccellenza – nona giornata d’andata

BISCEGLIE – FOGGIA INCEDIT 2-0

BISCEGLIE (4-3-1-2): Zinfollino; Farucci, Sanchez, Rodriguez, Morisco (33’ st Marinelli); Kone (45’ st Gusmai), Stefanini, Petitti (43’ st Fucci); Mangialardi (23’ st Losapio); Bonicelli, Pignataro (17’ st Monaco). A disp. Conte, Aprile, Barletta, Napoli. All. Di Meo.

FOGGIA INCEDIT (4-4-2): De Troia; Rubino, Stele (31’ st Casella), Ripanto, Martignetti; Cortopasso (17’ st Albano), Barrasso (41’ st Egidio), Joof, Dascoli; Doukoure, Siclari (35’ st Tigre). A disp. Lutzardo, La Zazzera, Candela, Grumo, Lasalandra. All. Lasalandra.

ARBITRO: Lombardo di Brindisi. ASSISTENTI: Loconte di Bari e Nero di Barletta. RETI: 10’ pt Pignataro, 22’ st Bonicelli. NOTE: angoli 5-2. Recupero: pt 0’, st 4’. ESPULSO: al 30’ st Dascoli per doppia ammonizione. AMMONITI: Barrasso, Mangialardi, Martignetti,

ufficio stampa e comunicazione Bisceglie Calcio 1913 photo Annarita Boccaforno

Fonte: Facebook official page

Share post:



Popular

Ti potrebbe interessare
Related

Verso Fidelis – Manfredonia, a dirigere il sig. Maresca di Napoli

Sarà il sig. Mattia MARESCA di Napoli a dirigere...

Crotone – Monopoli: convocati, curiosità, arbitri

Si gioca domani, domenica 21 aprile 2024, la 37esima...

GRAVINA-BITONTO A PORTE CHIUSE

Il Commissariato di Polizia di Gravina in Puglia ha...

Casarano Calcio – Laterza: “Testa solo al Matera. Gara importante”

FINALE DI STAGIONE. “Noi lavoriamo per vincere le partite. Se...