ESCLUSIVA: Marco Milano: “Bari? Stagione deludente e senza programmazione. Su Eccellenza e Promozione dico che…”

355

Il 2024 è iniziato da qualche giorno ed i vari campionati entrano nella fase clou tra calciomercato e campo. In esclusiva ai microfoni di calciowebpuglia abbiamo ascoltato il Direttore Sportivo Marco Milano, noto conoscitore del calcio dilettantistico pugliese avendo militato da dirigente in Corato, Virtus Bitritto, Giovinazzo e Bitonto e rientrato da pochissimo tempo in Puglia dopo un esperienza in Veneto che lo ha portato ad un passo dal settore giovanile del Venezia. Con lui abbiamo fatto il punto sui campionati di Eccellenza e Promozione, che questa domenica sono fermi per la disputa della finale di Coppa Italia tra Molfetta e Manduria, con un occhio anche alla situazione in casa Bari.

Direttore Milano, stagione sin qui sottotono per il Bari del presidente De Laurentiis. La vittoria con la Ternana ed il mercato aperto stanno dando rinnovata fiducia ad un ambiente che iniziava ad accusare diversi malumori. Dove può arrivare il club biancorosso e cosa manca a questa squadra per agguantare, quantomeno, i playoff?”

“Si, una stagione assolutamente deludente e sottotono. Non ci si può ridurre ad ogni sessione di calciomercato estivo ed invernale ad acquistare giocatori l’ultimo giorno utile perchè nel calcio senza programmazione non si va avanti. Dopo la delusione della finale playoff persa col Cagliari che poteva portarci in Serie A serviva ben altro mercato e la classifica, di conseguenza, non poteva che essere deludente. La squadra? Non è continua, c’è stato il cambio di allenatore (da Mignani a Marino ndr) ma non si può chiedere molto ad una squadra cosi poco competitiva. Servono altri innesti, oltre a Lulic e Kallon già ufficializzati e Puscas che sembra in procinto di trasferirsi a Bari, per arrivare a posizioni di playoff importanti”

“Passiamo al girone A di Eccellenza Pugliese. Al momento sembra un testa a testa tutto in salsa biscegliese. Saranno le due squadre di Bisceglie a giocarsi il titolo o vede un inserimento di un outsider come il Molfetta ad esempio?”

“Io vedo una lotta a tre. Il Bisceglie può contare su un ottimo organico, una tifoseria super ed il blasone di una squadra che solo pochi anni fa era in Serie C. L’Unione Calcio Bisceglie del presidente Pedone è una bellissima realtà con una società organizzata che investe molto anche nel settore giovanile. A queste due aggiungo ovviamente il Molfetta che ha una squadra molto forte ma tutto dipenderà dalla finale di Coppa (contro il Manduria) che potrebbe essere un’altra via per ritornare nella tanto sudata Serie D. Per il resto, il campionato vede già due retrocessioni dirette con tutte le altre squadre che sono molto equilibrate e giocano chi per il 4° posto, come ad esempio l’ottimo Canosa del presidente Di Nunno e chi gioca per non retrocedere.

“Se nel girone A in testa c’è bagarre, nel girone B è fuga Ugento con un rassicurante +7 sulla inseguitrice Manduria. Campionato finito o possiamo aspettarci sorprese?”

“In partenza si sapeva che sarebbe stato un duello tra Ugento e Manduria, due squadre molto forti. L’Ugento ha una squadra che non ha paragoni mentre il Manduria del buon mister Salvadore si è rinforzata bene nel mercato di riparazione ed hanno anche loro la finale di Coppa come per il Molfetta come alternativa alla promozione in Serie D. La vera rivelazione? E’ il Massafra del presidente Rubino che sta facendo molto bene. Anche in questo girone si lotta per il 4° posto e tante squadre lottano per la salvezza essendo un campionato anomalo con tante retrocessioni. Sempre nel girone B occhio al Ginosa che si è ripreso e si è rilanciato in zona playoff e all’Alberobello di mister Marasciulo con un ottimo organico ma con tantissimi infortuni patiti durante la stagione”

“Ad inizio stagione aveva pronosticato il Capurso di mister Muzio Fumai tra le protagoniste del campionato e la squadra barese non sta tradendo di certo le aspettative.”

“Si, il Capurso era dato tra le favorite con il mister Muzio Fumai che si sta confermando al primo posto ed il bomber Fieroni, capocannoniere del campionato. A rendere la vita difficile al Capurso occhio al Lucera, squadra giovane e forte ed il quotato Acquaviva con un ottima società. Interessante anche la lotta salvezza con una classifica molto corta in coda e tante squadre che vorranno evitare la retrocessione”

“Campionato acceso nel girone B di Promozione con diverse squadre in lotta per il salto in Eccellenza. Chi tra Taurisano, Galatina e Leverano vede meglio per la vittoria del campionato?”

“Campionato di Promozione girone B equilibratissimo sin dalla prima giornata con tante squadre nobili della Puglia come il Taurisano, le due squadre di Leverano, il Galatina ed il Grottaglie che meriterebbero tutte di salire in Eccellenza. La rivelazione di questo campionato è sicuramente la Rinascita Refugees di Leverano che ha un progetto non solo calcistico ma anche sociale di grande rilevanza. Tolte le prima citate squadre, il resto del campionato è abbastanza mediocre con tante squadre in lotta per non retrocedere”

“Ultima domanda che la riguarda più da vicino: dopo essere rientrato in Puglia è pronto per nuove sfide?”

“Assolutamente si, sono pronto per una nuova avventura calcistica in Puglia ed attendo di ricevere proposte serie ed interessanti in un calcio pugliese che ritengo essere di livello altissimo nel panorama nazionale e che mi è mancato moltissimo negli ultimi anni”.

ANTONIO GENCHI