Top & Flop di Benevento-Monopoli


Il Monopoli si rivela un’autentica bestia nera per il Benevento sbancando per la prima volta della propria storia il “Ciro Vigorito” di Benevento replicando il 3-0 rifilato alla Strega nella gara di andata imponendosi per 1-0. Si chiudono con ogni probabilità oggi le speranze dei giallorossi di conquistare la promozione diretta in serie B, con la prima sconfitta della gestione Auteri scivola a -9 dalla vetta e dovrà prestare attenzione al possibile ritorno dell’Avellino, che in caso di vittoria si porterebbe ad una sola lunghezza. Il successo del Gabbiano è tutto sommato meritato, i biancoverdi hanno saputo inaridire le fonti di gioco avversarie, attaccando in maniera intelligente e proficuo mettendo in grave difficoltà la retroguardia avversaria. I pugliesi hanno costruito numerose occasioni nei due tempi, oltre al gol rischiando pochissimo. Adesso il discorso salvezza diretta potrebbe riaprirsi, anche se molto dipenderà dal risultato della sfida di domani fra Turris e Catania. In cronaca Gaetano Auteri recupera Berra dalla squalifica, per lo stesso motivo deve fare a meno di Pinato e di Meccariello e Rillo infortunati. Nel 3-4-3 due le novità rispetto alla indicazioni della vigilia; in mezzo al campo Talia preferito ad Agazzi al fianco di Karic, con Improta e Simonetti ai lati mentre Ciano vince il ballottaggio con l’ex Starita nel tridente con Lanini e Ciciretti. Sull’altra sponda Roberto Taurino deve fronteggiare le assenze nell’ordine di Fazio, Berman, Ardizzone e La Vardera oltre a Cubretic e Peschetola. Schierato il 3-5-2 dove Iaccarino e Grandolfo vengono preferiti ad Hamlili e Bulevardi. l’ex Pineto si sistema in mediana al fianco di De Risio, Borelli ha libertà di avanzare non dando punti di riferimento agli avversari, mentre i quinti – soprattutto Viteritti  più di Barlocco – hanno libertà e licenza per poter spingere quando il Monopoli è in possesso di palla, a sostegno di Grandolfo e Tommasini. L’approccio degli ospiti è propositivo, il Benevento ben presto prende il comando delle operazioni ma trova pochi spazi in avanti, Gelmi è reattivo sul sinistro velenoso di Simonetti. Poco dopo la mezz’ora il Monopoli comincia a farsi minaccioso: al 33′ su cross di Viteritti respinto da Berra in qualche modo si avventa Grandolfo non inquadrando la porta. Borello prima obbliga Paleari ad allungarsi in angolo poi dalla bandierina disegna una traiettoria perfetta per De Riso, che da due passi calcia incredibilmente a lato. Sempre il numero 10 obbliga l’estremo difensore giallorosso ad una respinta in angolo. Nell’intervallo Auteri toglie lo spento Lanini inserendo l’ex Starita, tutti si aspettano un Benevento più arrembante, ma la manovra dei giallorossi continua ad essere asfittica. Solo Ciciretti dà la sensazione di poter fare qualcosa, al 4′ il suo sinistro esce di poco e dopo 120 secondi non inquadra la posizione da buona posizione. Il Monopoli ha il merito di non accontentarsi del pareggio, al 27′ arriva la rete decisiva: sugli sviluppi dell’ennesimo corner da sinistra Paleari sbaglia completamente l’uscita, la palla viene raccolta da Tommasini che da posizione defilata trova l’angolo giusto. Il Benevento si getta a caccia del pareggio lasciando praterie sulle quali si gettano i pugliesi, vicini al raddoppio al 90′. Tommasini premia la corsa del neo entrato Sosa, il suo tiro viene respinto da Paleari. Al terzo di recupero l’ex Starita viene disinnescato da Gelmi. Ecco i migliori e i peggiori del confronto:

TOP

Amato Ciciretti (Benevento): in una giornata piuttosto opaca di molti calciatori giallorossi, l’ex Ascoli appare sicuramente il più ispirato. Niente di eccezionale, ma si trascina sulle spalle la squadra muovendosi su tutto il fronte cercando in tutti i modi la via della rete o il suggerimento vincente per i compagni. VOLITIVO

Christian Tommasini/Orlando Viteritti (Monopoli): confezionano la rete della vittoria, il primo calciando un corner in maniera tesa nell’area piccola mentre il secondo trova una rete di fondamentale importanza. Non meritano di finire in questa parte della nostra rubrica solo per aver messo il loro zampino sul gol, ma per il contributo offensivo nelle numerose ripartenze del Gabbiano. VELENOSI

FLOP

Eric Lanini (Benevento): viene neutralizzato molto bene dai difensori avversari, si fa vedere solo con una rovesciata spettacolare quanto infruttuosa poco dopo la mezz’ora. Per il resto fa poco per emergere dal torpore della giornata, Auteri capisce l’antifona e all’intervallo lo toglie. IMPALPABILE

Nessuno nel Monopoli: i pugliesi infliggono la sconfitta al Benevento dopo tre mesi – la prima della gestione Auteri – lo fanno attraverso una prestazione attenta e puntigliosa. La squadra di Taurino sa leggere i vari momenti disinnescando i pericoli, accompagnando la manovra in modo efficace. PIGLIO GIUSTO

Fonte:TuttoC.com

Share post:



Popular

Ti potrebbe interessare
Related

Foggia, la carica di Cudini: “Non vedo rilassatezza, ma tanta convinzione”

Si chiuderà con un derby il campionato casalingo del...

Juve Stabia, Pagliuca: “A Francavilla per fare il meglio possibile”

Come riportato da vivicentro, il tecnico della Juve Stabia...

Juve Stabia, Pagliuca: “A Francavilla per fare il meglio possibile”

Come riportato da vivicentro, il tecnico della Juve Stabia...