Top & Flop di Virtus Francavilla-Juve Stabia


Finisce 1-1 la sfida giocata questa sera al “Nuovarreda arena” tra Virtus Francavilla e Juve Stabia, valida per la 37^ giornata del girone C  di terza serie. un risultato che non cambia di molto il destino dei pugliesi che mantengono i due punti di margine sul Monterosi – adesso virtualmente retrocesso – mantenendo cinque lunghezze di distacco dal Monopoli mantenendo vive le speranze di prolungare la stagione ai playout ed evitare la discesa in serie D. per le “Vespe” questa partita non cambia la stagione, la squadra di Pagliuca seppur con pochi stimoli ha avuto il merito di disputare una onestà partita mettendo in campo le proprie caratteristiche, grande possesso palla e sovrapposizione degli esterni. In cronaca i padroni di casa si affidano al 3-5-2 schierando Gasbarro, Monteagudo e Dutu in difesa. Sugli esterni spazio a Biondi ed Izzillo, in mediana Laaribi supportato da Di Marco e Macca mentre in attacco scelto Neglia al fianco di Artistico. Sull’altra sponda i gialloblù si schierano con il 4-3-3 dove Baldi e D’Amore si sistemavano sulle fasce, Bellich e Folino al centro della retroguardia a protezione della porta di Esposito. In mezzo al campo Gerbo, Leone e Pierobon a supporto del tridente composto da Mosti, Piscopo e Piovenello. Come detto sono gli ospiti a tenere il pallino del gioco in mano, mentre la Virtus Francavilla decide di tenere una condotta attendista provando ad aggredire gli spazi. Sono proprio i pugliesi a farsi vedere con più efficacia in avanti, al 12′ Artistico da fuori chiama in causa Esposito che risponde presente, poco dopo Izzillo obbliga nuovamente il portiere avversario chiamato a compiere un intervento dal più alto coefficiente di difficoltà. Dopo i due sussulti biancazzurri la gara va avanti sui binari dell’equilibrio, le due squadre si affrontano con le loro prerogative ma nessuna sembra prevalere sull’altra. Al 35′ ospiti vicinissimi al vantaggio: cross di Mosti a pescare la deviazione di Baldi respinta dalla traversa, torna ad affacciarsi la Virtus Francavilla sul finire del tempo senza incidere. Nella ripresa la gara va avanti con lo stesso canovaccio anche se la squadra di Villa è più aggressiva, la gara diventa più vibrante e godibile. Al 17′ Neglia pescato da Laaribi si presenta davanti ad Esposito ma non inquadra la porta. Nel momento migliore dei pugliesi arriva il vantaggio di Gasbarro, abile a raccogliere il corner di Laaribi facendo esplodere la “Nuovarredo Arena”. La gioia dura soltanto due minuti, il neo entrato Guarracino trova dal cilindro una giocata straordinaria scaricando un velenoso sinistro imparabile per Branduani. Risponde Laaribi dopo tre minuri ma il suo sinistro si perde a lato, non stanno a guardare gli ospiti pericolosi in due circostanze in rapida successione ma i tiri di Piscopo e Mosti non inquadrano la porta. I pugliesi si affacciano in avanti, il destro di Artistico al 43′ viene disinnescato da Esposito. Ecco i migliori e i peggiori del confronto:

TOP

Andrea Gasbarro (Virtus Francavilla): sempre preciso e puntuale nelle chiusura nella sua area, togliendo spesso e volentieri le castagne dal fuoco per la difesa biancazzurra. Firma un gol che potrebbe cambiare i destini della propria squadra, purtroppo per l’ex Livorno la sua rete dura soltanto due minuti. TRASCINATORE

Mariano Guarracino (Juve Stabia): come si diceva una volta un gol che da solo merita il prezzo del biglietto, controllo orientato e sinistro di rara potenza e precisione imparabile per Branduani. Dal suo ingresso le “Vespe” hanno maggiore vivacità ed intraprendenza in fase offensiva, dando grattacapi alla difesa della Virtus. CONIGLIO DAL CILINDRO

FLOP

Samuele Neglia (Virtus Francavilla): qualche buona giocata nel primo tempo alternata con errori piuttosto grossolani sottolineati dal pubblico. Spreca in maniera incredibile la palla del vantaggio calciando a lato da ottima posizione. SCIUPONE

Nessuno nella Juve Stabia: risponde presente anche stasera la squadra di Pagliuca, che pagava inevitabilmente il fatto di aver minori stimoli rispetto agli avversari. Le “vespe” giocano la loro partita non regalando niente agli avversari, mostrando attenzione ed applicazione in tutte le fasi di gioco. CON IL GIUSTO PIGLIO

Fonte:TuttoC.com

Share post:



Popular

Ti potrebbe interessare
Related

Innocenti: ”Stagione straordinaria del Taranto. Curva dei rossoblù dà adrenalina”

Ai microfoni di GiornaleRossoblù.it l'ex attaccante del Taranto Riccardo...

15 GIUGNO 2024 – ECCELLENZA: BARLETTA, ALTRA SETTIMANA SENZA ANNUNCI UFFICIALI

Fonte: AntennaSud Official Youtube channel

Inter, Zenga dice la sua su Sommer: "Ero scettico, ma contento di essere stato smentito"

Walter Zenga è stato ospite alla Milano Football Week...

Inter, Klinsmann: "Lautaro? È cresciuto molto, è diventato più leader"

Jurgen Klinsmann è stato ospite alla Milano Football Week...