Dopo Ronaldo la Juve è senza un leader: c’è una soluzione interna? Perché sì e perché no

data

L’addio di CR7 ha lasciato irrisolta un’altra lacuna bianconera, oltre al problema del gol: la mancanza di un trascinatore di grande personalità in grado di caricarsi la squadra sulle spalle nei momenti di difficoltà

In una Juve in cui è già arrivata l’ora dei bilanci non può non trovare posto una riflessione tanto importante quanto urgente. Perché l’assenza di un leader quest’anno si è fatta sentire parecchio, ed è andata a incidere a catena su altri aspetti che hanno zavorrato la stagione bianconera. Non si può non partire dall’imprevisto (ma era davvero così imprevedibile?) maximo che ha gambizzato la Juve a stagione iniziata: quell’addio di Ronaldo che ha tolto il velo a una squadra priva di altre individualità capaci nell’immediato di caricarsi la squadra sulle spalle soprattutto nei momenti di difficoltà.

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Share post:

Popular

Ti potrebbe interessare
Related

Milan, Giroud: “Orgoglioso di aver contribuito alla conquista dello scudetto”

Olivier Giroud, attaccante rossonero, ha rilasciato delle dichiarazioni dopo...

Ci siamo. E' tempo di spareggio.

Nardò 28 maggio 2022 Uniti e concentrati per l'ultimo atto....

Cragno, l’agente: “Napoli è una grande piazza, attendiamo la decisione del Cagliari”

Graziano Battistini, agente di Alessio Cragno, portiere del Cagliari,...

Virtus Francavilla, Calabro: “Non dobbiamo pensare al passato”

Antonio Calabro ritorna alla Virtus Francavilla. Per il tecnico...