I divieti nel calcio: dai videogiochi ai…tatuaggi, passando per le carte

data

José Mourinho a Roma si è dimostrato molto…meno irascibile che nelle sue precedenti avventure, ma è innegabile che il portoghese abbia una nomea di sergente di ferro. E c’è qualcosa che davvero…lo fa impazzire: i videogiochi. Quando era al Manchester United aveva imposto l’assoluto divieto di caccia ai Pokemon con lo smartphone e lo scorso anno al suo arrivo nella Capitale, in una breve clip sui social della Roma, lo Special One ha spiegato che non sopporta un altro videogioco, Fortnite, se non altro perchè i calciatori ci giocano fino a tarda notte anche quando il giorno dopo c’è una partita. E a proposito di divieti, ce ne sono altri di molto più assurdi

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

Semplici: “Lukaku sarà devastante. Che passione per la Viola, ma fuori soffro”

L'ex allenatore di Spal e Cagliari: "Inutile negarlo, a...

Juve, dopo Di Maria le prossime mosse: trattative e cessioni

L'arrivo del Fideo consente alla Juve di stringere per...

Cancellieri, il Sassuolo avanza. La Salernitana sonda Thorsby, Marin all’Empoli

Cancellieri, il Sassuolo avanza. La Salernitana sonda Thorsby, Marin...

Elezioni, Verona: Tommasi eletto sindaco. Lui, sindacalista di Totti

Candidato con il Pd ha battuto il sindaco uscente...