Villani a CWP: “Dieci e Lode all’Incedit! Il mio giudizio sulle foggiane che faranno la Promozione il prossimo anno”

data

Il noto giornalista a CalcioWebPuglia: “Lucera, troppa supponenza. Il San Ferdinando avrebbe potuto giocarsi i playoff. Apricena insufficiente. Nuova Daunia, che cavalcata! Orta Nova, anno da dimenticare”

Col giornalista Antonio Villani (foto presa dal suo profilo Facebook), esperto conoscitore delle vicende calcistiche che si sviluppano nel dilettantismo foggiano, CalcioWebPuglia.it ha analizzato le squadre che hanno calcato – o lo faranno il prossimo anno – i campi del Girone A di Promozione. Dalla straordinaria stagione dell’Incedit, passando per la retrocessione dello Sporting Apricena e l’approdo in categoria della Nuova Daunia; senza dimenticare San Ferdinando, Lucera e il retrocesso – dall’EccellenzaOrta Nova.

La partenza è per il Foggia Incedit, capace di vincere i playoff e la Coppa Italia di categoria.

Una stagione da dieci e lode per il Foggia Incedit che nel torneo di Promozione pugliese, corona un anno memorabile da ricordare ed incastonare tra i ricordi più intimi. La compagine del capolugo dopo aver vinto la finale playoff ha alzato anche la Coppa di categoria. Ora il ripescaggio in Eccellenza potrebbe essere solo una formalità visto che i “canarini” sono i primi in assoluto nella speciale classifica per punteggi acquisiti. La compagine del tecnico Enrico La Salandra ha scritto la storia specie se nessuno, alla vigilia, ti dava come favorita assoluta. Un anno incredibile, con un gruppo di calciatori che ha saputo divertirsi insieme lavorando come si deve. Si è materializzata la classica alchimia: un ambiente sereno, la giusta mentalità, la capacità di capire quand’è il momento dello scherzo e quello per il duro lavoro“.

Sul Lucera, che ha mancato i playoff.

Gli svevi che ad inizio stagione avevano proclamato sogni di grandezza che sono naufragati ben presto. Forse troppa supponenza della dirigenza biancoceleste che non aveva messo in preventivo il fatto che nel campionato di Promozione non si gioca solo di fioretto. Peccato perchè la città di Lucera con i suoi tifosi meriterebbero altri campionati. Il mio voto è un cinque“.

Sulla Virtus San Ferdinando, di cui abbiamo avuto il DS Miccolis ai nostri microfoni qualche giorno fa (clicca qui).

Era la prima stagione per il San Ferdinadno di Puglia: una partenza sofferta, poi la società ha saputo correggere in corsa alcuni errori fatti durante il mercato estivo. Un finale di torneo in crescendo: se lo stesso fosse iniziato con il nuovo anno solare, per il ritmo impreso al suo cammino, i ragazzi di Cosimo Sinisi avrebbero potuto occupare una posizione nei playoff. Il mio voto è la sufficienza“.

Passiamo allo Sporting Apricena, retrocesso in Prima Categoria dopo aver perso i playout contro la Rutiglianese.

Cosa accadrà adesso? Cosa succederà in casa dello Sporting Apricena dopo la retrocessione in Prima Categoria?. In casa del club blugranata inizia, per forza di cose, il momento delle riflessioni. Peccato, perchè i foggiani non meritavano l’ultimo posto per quanto fatto vedere nella seconda parte del torneo. La situazione si era fatta difficile già ad avvio di stagione. Inutile dire che tutti i nodi sono venuti al pettine. Ora si tratta di guardare avanti e trovare tutti un motivo per ripartire. Insufficiente è il mio voto“.

Dalla Prima Categoria invece arriva la Nuova Daunia, vincitrice del Girone A.

Una cavalcata senza precedenti, una rimonta che sembrava impossibile ma alla fine la Nuova Daunia Foggia ha vinto con merito il campionato di Prima categoria ed approda in quello della Promozione. Nonostante sia passata una settimana è ancora festa in casa dei neroverdi del capoluogo che vogliono gustarsi a lungo un successo limpido. La squadra allenata dal giovane allenatore Mario Lannunziata non si è mai scomposta, neanche quando aveva cinque punti da recuperare al Palese con Città di Trani e tutte le altre agguerrite più che mai. Invece un dieci e lode alla società che non ha preso decisioni avventate nel momento più scuro della stagione: tanti cinque punti da recuperare per Buonomo, Vallario, Larossa, Cifarelli, Ceglia, e Lamie con il primo posto che sembrava una luce fioca in fondo al tunnel. Sempre più lontana, localizzata in un punto imprecisato. Ma l’ambiente con il presidente Luciano Acquaviva in testa non ha mai perso le sue certezze. Voto? Ovviamente un bel dieci!“.

Infine, ai nastri di partenza del prossimo campionato di Promozione ci sarà anche l’Orta Nova. I biancazzurri sono infatti retrocessi dopo aver perso il playout contro il San Marco.

Un anno da dimenticare per l’Orta Nova, che ritorna mestamente in Promozione dopo diversi anni nel massimo campionato regionale. Peccato, perchè nessuno avrebbe scommesso un euro sulla sua retrocessione visto l’imponente organico, con tanto di spagnoli e argentini al suo interno. Ma, si sa, non sempre le ciambelle vengono con il buco. La caduta della squadra del diesse Mario Tarantino ha, per certi versi, del clamoroso. Voto: quattro“.

RIPRODUZIONE PARZIALE O TOTALE CONSENTIVA PREVIA CITAZIONE FONTE CALCIOWEBPUGLIA.IT

Share post:

Popular

Ti potrebbe interessare
Related

Milan, rotta su Parigi: fari su Draxler e Kehrer. E Diallo ricambia…

Milan, rotta su Parigi: fari su Draxler e Kehrer....

Inter, Marotta: “Skriniar? Ci sono più club. Presto arriveremo a diverse conclusioni”

L'a.d. dell'Inter su Dybala: "L'asticella deve essere sempre alta...

Roma non va al Trofeo Gamper, e il Barcellona la denuncia

Il club giallorosso ha annullato la propria partecipazione al...

Attesa forzata, ma la Juve non molla la presa per Morata

La trattativa con l'Atletico Madrid prosegue sottotraccia: i bianconeri...