BITONTO, UN PARI CHE VA STRETTO. CON LA TEAM ALTAMURA È 1-1 – U.S. Bitonto Calcio

I neroverdi, protagonisti di un’ottima prestazione, sprecano tanto, anche un rigore, ma non vanno oltre il pareggio contro i murgiani: decisivo il gol di Figliolia.

Secondo pareggio consecutivo casalingo per il Bitonto, che deve rinviare nuovamente l’appuntamento coi tre punti: al “Città degli Ulivi” termina 1-1 il derby contro la Team Altamura nella terza giornata del girone H di Serie D. Un pari che va assai stretto ai neroverdi, per la mole di gioco e il numero di azioni create: il Bitonto spreca un rigore in avvio con Palazzo, va sotto al primo vero affondo ospite, poi però cinge d’assedio la metà campo avversaria e trova il meritato pari nella ripresa con Figliolia. E nel finale spreca più volte il punto della vittoria. Arriva solo un pari, ma la reazione neroverde dopo la scoppola di Brindisi è stata di quelle davvero incoraggianti.

La cronaca del match. Torna all’antico mister Valeriano Loseto, che ripropone il 4-3-3 provato in estate e schiera subito dal 1’ gli ultimi due volti nuovi giunti dal mercato nelle ultime ore, ovvero il difensore brasiliano Murilo Gomes e il centrocampista under classe 2003 Spinelli. Esordio tra i pali per Petrarca, Figliola in panca. Out per infortunio Basile e Tangorre in difesa, Lucchese e Cutrone a centrocampo. Ad eccezione di Tangorre, indisponibilità di lunga entità per gli altri. Rientra Ciafardini, alla sua prima convocazione. Dunque, Petrarca in porta; linea difensiva con Chiaradia e Riefolo esterni, coppia centrale composta da Silletti – Gomes; a centrocampo, Spinelli play davanti alla difesa, con Mariani e Clemente interni; in avanti tridente con Palazzo e Taurino larghi a supporto della punta centrale Figliolia.

Panchina con Figliola, Guarnaccia, Ciafardini, Losavio, Muscatiello, Maffei, Gianfreda, Petrignani, Acella.

La Team Altamura arriva a Bitonto in fiducia, dopo la sconfitta immeritata di Cava de’ Tirreni e la vittoria casalinga contro il Gladiator, ma soprattutto con velleità di alta classifica: mister Ciro Ginestra schiera i suoi con un 3-5-2 che vede Spina in porta; terzetto di difesa composta dall’ex Lacassia – Bertolo – Schiavino; a centrocampo, l’altro ex Bolognese – Ganci – Dipinto nel mezzo, Murtas e Casiello sugli esterni, coppia d’attacco Croce – Sosa.

Prima del match, un minuto di silenzio per ricordare le vittime dell’alluvione nelle Marche.

Pronti via e subito gara vibrante. Minuto 6 e occasione ghiotta fallita dal Bitonto per portarsi subito avanti: Palazzo apre tutto per Taurino sulla sinistra, che serve centralmente per l’ottimo inserimento di Clemente che, in area di rigore, viene atterrato fallosamente da Schiavino. Calcio di rigore, ma dal dischetto Palazzo spreca facendosi ipnotizzare da Spina. Si resta sullo 0-0.

Ci prova poco dopo Palazzo, che cicca da buona posizione un bel cross di Taurino da sinistra.

Risposta altamurana al 14’ con Ganci dalla distanza, palla che si spegne sul fondo. Allo scoccar del 16’ ancora ospiti in avanti, la conclusione dal limite di Dipinto viene deviata in angolo da un tocco impercettibile della difesa.

Al 23’ passa l’Altamura: lancio chilometrico dalle retrovie, Casiello sfugge in velocità alla marcatura di Riefolo, entra in area di rigore sulla sinistra e insacca con un perfetto diagonale all’incrocio, imparabile per Petrarca. 0-1.

Il Bitonto prova a reagire: minuto 31, sponda di Figliolia arretrata per la botta di Mariani da fuori, para Spina. Un minuto dopo, splendida apertura di Figliolia per Taurino, che si invola verso la porta avversaria, rasoterra bloccato dall’estremo difensore ospite.

Non succede null’altro nella prima frazione di gioco: squadre al riposo con l’Altamura avanti di un gol. Risultato che va davvero stretto al Bitonto, che decisamente avrebbe meritato ben altro e recrimina per aver sprecato il vantaggio con l’errore dal dischetto di Palazzo.

La ripresa. Nessuna novità nelle due formazioni. Parte meglio la Team: Gomes mura una conclusione da buona posizione di Sosa. 53’, Clemente perde una palla sanguinosa sulla trequarti, Sosa calcia lontano dallo specchio.

Al 58’ primo sussulto neroverde della ripresa: Mariani si libera poco fuori l’area di rigore, conclusione strozzata che si spegne sul fondo.

Il meritato pareggio del Bitonto arriva al 64’: la manovra si sviluppa sulla sinistra, Chiaradia crossa dal fondo, palla che attraversa tutta l’area di rigore, sul secondo palo arriva Figliolia che ci mette il piede e trova il tocco che vale l’1-1.

Dentro Maffei per un positivo Taurino, toccato duro da Murtas. Tatticamente non cambia nulla. Ci prova Spinelli dalla distanza al 71’, conclusione centrale parata da Spina.

A tredici dalla fine dentro Muscatiello per Figliolia, Palazzo va a fare la punta centrale con i due neo entrati ad agire sugli esterni.

È forcing Bitonto: punizione di Maffei dal limite dell’area all’83’, Spina si distende e devia in angolo.

Cinque minuti di recupero e nel secondo Bitonto che va vicino al vantaggio: contropiede con Palazzo che serve Chiaradia, servizio al centro per Maffei che si libera di un avversario ma la conclusione viene murata da Schiavino, immolatosi a difesa della porta murgiana.

È l’ultima emozione del match: termina 1-1 ma ai punti decisamente avrebbe meritato molto di più il Bitonto, che recrimina per il penalty sprecato in avvio e per non aver trovato il guizzo vincente nell’assalto sviluppato con cuore e carattere nella ripresa. Un punto, che muove di poco la classifica: i neroverdi salgono a quota due e falliscono ancora l’appuntamento con la prima vittoria stagionale. Ma l’atteggiamento e la strada intrapresa oggi è di quelle giuste.

Domenica prossima si ferma il Campionato di Serie D per la concomitanza con le Elezioni Politiche in Italia. I neroverdi però non torneranno in campo mercoledì 28 (la gara di Matera rinviata al 12 ottobre, ndr) ma direttamente domenica 2 ottobre, quando al “Città degli Ulivi” arriverà il Barletta dei grandi freschi ex Lattanzio e Petta. Un derby che torna dopo anni in D, e che rievoca gloriose sfide del passato. Ma soprattutto una partita per provare a conquistare la prima gioia da tre punti.

3^ GIORNATA CAMPIONATO SERIE D – GIRONE H
BITONTO – TEAM ALTAMURA 1 – 1
Reti: 23’ pt Casiello (A), 19’ st Figliolia (B)

BITONTO (4-3-3): Petrarca; Chiaradia, Gomes, Silletti, Riefolo; Mariani, Spinelli (42’ st Guarnaccia), Clemente; Taurino (24’ st Maffei), Figliolia (33’ st Muscatiello), Palazzo.
A disp.: Figliola, Ciafardini, Losavio, Gianfreda, Petrignani, Acella.
All. Loseto

TEAM ALTAMURA (3-5-2): Spina; Lacassia, Schiavino, Bertolo, Murtas, Dipinto, Ganci (24’ st Caputo), Bolognese, Casiello; Sosa (17’ st Molinaro), Croce.
A disp.: Guido, Errico, Mattera, Serra, Kanoute, Venanzio, Prinari.
All. Ginestra

Arbitro: Migliorini (Verona). Assistenti: Mascoli (Paola) e Bartoluccio (Vibo Valentia).
Ammoniti: Palazzo, Mariani, Taurino (B), Lacassia, Ganci, Schiavino, Caputo (A)
Minuti di recupero: 0 pt – 5 st.
Corner: 4-2 per il Bitonto

Fonte: Bitonto Official Site

Share post:

Popular

Ti potrebbe interessare
Related

Sporting Apricena: due conferme e un gradito ritorno

L’ASD Sporting Apricena è lieta di annunciare tre importanti...

Norvegia-Serbia: Vlahovic-gol su assist di Kostic

I due nazionali della Serbia protagonisti in Nations League....

Pres. Potenza: “Dalle macerie fatte tante cose, Siviglia resta con noi”

Ospite della trasmissione Stop&Gol su La Nuova TV, il...

Foggia, niente allenamento per Boscaglia: risoluzione attesa domani

Scorrono i titoli di coda sul matrimonio tra Roberto...