Inter, Inzaghi e i giocatori tra fedelissimi e ostacoli

data

Il riscatto dei nerazzurri passa anche dalla compattezza del gruppo squadra su cui l’allenatore lavora costantemente: i suoi fedelissimi sono gli uomini su cui fare leva, altri pilastri hanno mostrato qualche muso lungo di troppo

Probabilmente la pausa nazionali arriva al momento giusto, perché concede a tutti di prendersi una pausa dalla frenesia, permette di analizzare la situazione a bocce ferme e anche di raffreddare gli animi. Della sua Inter, Simone Inzaghi avrà ad Appiano Gentile soltanto sei uomini tra cui due portieri e quindi il lavoro sarà concentrato su di loro, ma perlomeno al rientro ci sarà nuova linfa per la dozzina di partite che aspetta i nerazzurri prima dello stop per il Mondiale in Qatar. Il primo obiettivo dell’allenatore, a quel punto, sarà ricompattare lo spogliatoio: un passaggio fondamentale per tornare la corazzata dell’ultimo biennio.

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

Chi è Jakub Kiwior, dalle lodi di Lewandowski all’interesse del Milan

Ventidue anni, personalità e poche parole. Per il capitano...

Juve, tutti i fuori programma dei primi tre mesi

La Juve sperava in un avvio di stagione decisamente...

Milan col Chelsea, chi gioca? Spazio a Dest, Ballo-Touré e Krunic

In questo momento Pioli si ritrova con nove giocatori...