L’Audace spaventa il Cantanzaro, ofantini riacciuffati nel recupero

Dopo il colpaccio in trasferta contro l’Andria, il Cerignola spaventa l’ex capolista Catanzaro che riacciuffa gli ofantini in pieno recupero, dopo una partita giocata a viso aperto per tutti i novanta minuti. mister Pazienza sorprende tutti lanciando dal primo minuto Sainz Maza, e lasciando in panchina, a sorpresa, Neglia. Il Cerignola parte bene e al 4’ ha la prima occasione: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, D’andrea di testa incoccia di poco al lato. Capovolgimento di fronte  e al primo affondo il Catanzaro va in gol ammutolendo il “Monterisi”, Biasci dalla sinistra, conclude un’azione corale, con il piattone,battendo Saracco. Il Cerignola non ci sta  e con Malcore potrebbe pareggiare due minuti più tardi, ma bravo è Fulignati ad opporsi con i piedi. Nulla può però l’estremo difensore giallorosso sempre sul numero nove ofantino che di testa raccoglie l’invito di Bianco e va in rete. Il Cerignola arretra, provando a difendersi, lasciando il pallino del gioco alla squadra calabrese. Dopo le emozioni iniziali, si va al riposo sull’1 a 1.

Il Cerignola riparte con gli stessi undici del primo tempo, non disdegnando di attaccare come quando al 55’ Malcore riceve palla spalle alla porta, si gira e lascia partire un bolide che si spegne alla destra del numero uno catanzarese. Il gioco è spezzettato per i tanti falli a centrocampo. Al 76’ c’è tempo per annotare l’esordio di  Blondett tra le file degli ofantini. A venti minuti dal termine Neglia dopo aver saltato due avversari in bello stile, cerca di sorprendere Fulgnati con un tiro dalla distanza. Due minuti più tardi ancora Neglia ci prova direttamente su calcio di punizione, ma il palo salva il Catanzaro. Il Cerignola attacca a testa bassa e va in vantaggio: a 3 minuti dalla fine Coccia raccoglie di testa l’invito di Neglia, Fulignati compie un miracolo prima, ma nulla può sulla ribattuta dello stesso calciatore gialloblu. Nel secondo dei sei minuti concessi dal direttore di gara Curcio ci prova dalla distanza, ma la sfera termina tra le mani del portiere ofantino. Al 95’ il Catanzaro riversatosi nella metà campo dell’Audace pareggia: calcio di punizione battuto da Vandeputte  la palla, dopo una deviazione in area, arriva al neo entrato Pontisso che con una zampata vincente batte Saracco per la seconda volta. Esce a testa alta l’Audace, per quanto visto in campo, forse con qualche rammarico.  Sabato prossimo la squadra del Patron Grieco sarà impegnata in trasferta,contro un avversario ostico, sarà ospite infatti del Monopoli al “Veneziani”

Matteo Bancone

CERIGNOLAVS CATANZARO: 11’ Biasci 14’Malcore,87’Coccia,95’Pontisso

AUDACE CERIGNOLA(3-4-1-2):Saracco, Russo, Bianco (76’ Blondett),Capomaggio,Coccia,Malcore (60’Neglia),Ligi, D’andrea(85Botta), Sainz Maza(60’ Langella), Gonnelli,Tascone (85’Achik) A disp: Fares, Trezza, Olivera, Allegrini,Inguscio, D’Ausilio ,Mancarella, Farucci,Vitali,Giofrè All. Pazienza

CATANZARO: Fulignati, Martinelli, Verna,Iemmello(61’Cianci), Scognamiglio, Ghion(80’Pontisso), Brighenti,Sounas (61’Bombagi),Vandeputte, Biasci(70’ Curcio), Sium. A disp. Sala,Tentardini, Welbek, Pontisso, Gatti, Mulè,Cinelli,.All. Vivarini

Arbitro: Galipò,(Firenze) Munerati (Rovigo) Franco (Padova) IV Uomo: DiCicco

AMMONITI: 84’ Vandeppute82’ Brighenti,Biasci(Catanzaro) 39’Malcore,51’ Bianco, 59 Ligi ,71’ Capomaggio(Audace Cerignola)

ESPULSI:

NOTE:  2500 spettatori  di cui circa 200 da Catanzaro.

Share post:

Popular

Ti potrebbe interessare
Related

Inter, Inzaghi traballa: il futuro si decide in nove giorni

Il livello delle prestazioni contro Barça e Sassuolo sarà...

Juve-Bologna, Allegri: “Un passo alla volta. E se saremo bravi…”

L'allenatore della Juve dopo il successo sul Bologna: "Milik?...

Juve-Bologna, Allegri: “Un passo alla volta. E se saremo bravi…”

L'allenatore della Juve dopo il successo sul Bologna: "Milik?...