Napoli, Spalletti il tormentato: vince, sfida i totem ma diffida della felicità

data

Dopo l’Ajax sembrava triste ma non recitava: non sa godersi le vittorie, è la sua eterna maledizione

Non si davano pace. Ma come? Hai appena stracciato i lancieri nel tempio di Johann Crujff, il tuo infernale Napoli ha dato spettacolo, e porti davanti alle telecamere quell’aria da cane bastonato, quella mestizia incomprensibile? Il più scandalizzato di tutti, Fabio Capello: “Non è possibile, sta recitando, è un attore… un bravo attore”. Luciano Spalletti detto Lucio non stava affatto recitando.

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

Juve-Monza, Allegri arrabbiato: ‘Serve un esame di coscienza’

L'allenatore bianconero: " Non avevamo mai fatto un primo...

Milan, un gennaio da incubo: è la peggior difesa d’Europa

Milan, un gennaio da incubo: è la peggior difesa...

Milan-Sassuolo, Dionisi: “Merito dei ragazzi. Chi non mette volontà non gioca più”

Le dichiarazione del tecnico del SassuoloUna vittoria roboante quella...