Fuorigioco semiautomatico, come funziona: esordio in Supercoppa

data

Presentato a Lissone il Saot: 12 telecamere (8 dell’occhio di Falco e 4 del broadcaster) tracciano il giocatore in 29 punti diversi, dal naso all’alluce. De Siervo: “Test da mesi, qualità assoluta”

Dal nostro inviato Matteo Dalla Vite

Alle ore 11, a Lissone, il calcio italiano ha apparecchiato il futuro. È stato presentato il Saot, il cosiddetto “Fuorigioco Semiautomatico” alla presenza dell’ad di Lega Serie A Luigi De Siervo e del designatore Gianluca Rocchi. Debutterà nella finale della Supercoppa italiana in Arabia Saudita (Milan-Inter) e poi alla prima giornata di ritorno in Serie A. “Ribadiamo che si tratta di una scelta che la Lega calcio ha fatto in tempi non sospetti – dice l’amministratore delegato di Lega Serie A Luigi De Siervo -: siamo la prima Lega che ha adottato la Goal Line Technology, il Var e adesso il Fuorigioco Semiautomatico. È frutto di un lavoro durato vari mesi, testata in varie situazioni. Debutterà nella…

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

Spalletti, Gasperini e il vento di Sarri: adesso qualcosa si muove

Difficile dire se lo spettacolo al potere sia ormai...

La Roma di Liedholm e quella vittoria a Napoli, primo segnale per il titolo

Ottobre 1982: con l’Italia sotto choc per l’attacco alla...

Brozovic si allontana dall’Inter. Pronta l’asta: la Juventus c’è

Il croato sui taccuini anche di Barcellona, Real e...

Lecce-Salernitana 1-2, le pagelle della Gazzetta

RCS MediaGroup S.p.A.Via Angelo Rizzoli, 8 - 20132 Milano.Copyright...