Inter, Calhanoglu-Mkhitaryan anima del gruppo. L’analisi di Agresti

data

Il turco e l’armeno hanno tecnica indiscutibile e la mettono al servizio della squadra con notevole spirito di sacrificio

La nuova Inter – quella che ha vinto sette partite su otto, battendo anche l’imbattibile Napoli – ha un’anima che a volte viene un po’ trascurata, schiacciata com’è tra le attenzioni che vengono inevitabilmente riservate agli attaccanti (Lukaku, Lautaro, ora Dzeko) e quelle che riguardano alcuni difensori al centro di vicende di mercato (Skriniar su tutti). Quest’anima speciale e nascosta, meritevole di maggiore considerazione da parte di tutti coloro che seguono i nerazzurri, ha i volti e i piedi di due centrocampisti: Calhanoglu e Mkhitaryan.

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

Sassuolo-Atalanta 1-0: gol di Laurienté, espulsi Maehle e Muriel

La Dea perde Maehle (fallaccio su Berardi e rosso...

Empoli, Zanetti: “Partita compromessa subito, diventa difficile recuperare”

L'Empoli è arrivato all'Olimpico reduce da una striscia positiva...

Mourinho: “Potevo lasciare la Roma a dicembre. Zaniolo deve risolvere con la società”

Il tecnico dopo la vittoria: "Se avessi giocato con...

Roma-Empoli 2-0: gol di Ibanez, Abraham

Il difensore al 2' e Tammy al 6' su...