Napoli-Roma, la rivalità torna a infiammarsi: incombono due sfide dirette

data

Le tifoserie delle due squadre si combattono dalla morte di Ciro Esposito nel 2014. E anche se le trasferte per gli scontri diretti sono vietate da allora, a fine mese spaventa la sfida di campionato. Con possibile bis in Coppa

Torna alta la tensione tra Napoli e Roma. La rivalità, diventata profonda e pericolosa dopo l’omicidio del tifoso azzurro Ciro Esposito da parte dell’ultras giallorosso Daniele De Santis prima della finale di Coppa Italia all’Olimpico tra Napoli e Fiorentina, il 3 maggio 2014, ha ripreso a infiammarsi dopo i violenti scontri sull’A1 di domenica scorsa. E l’incendio non sembra destinato a estinguersi a breve. Lo conferma lo striscione apparso la notte scorsa nella Capitale: “Sono anni che gridi vendetta, ma neanche 50 contro 300. Lascia perdere, dammi retta”. Un chiaro riferimento a quanto accaduto in autostrada.

Doppio rischio

—  

Ma cosa succederà adesso? Negli stadi la situazione non appare rischiosa visto che, proprio dalla morte di Esposito,…

[continua a leggere sulla Gazzetta dello Sport ]

Altro dalla Gazzetta dello Sport
Related

Sassuolo-Atalanta 1-0: gol di Laurienté, espulsi Maehle e Muriel

La Dea perde Maehle (fallaccio su Berardi e rosso...

Empoli, Zanetti: “Partita compromessa subito, diventa difficile recuperare”

L'Empoli è arrivato all'Olimpico reduce da una striscia positiva...

Mourinho: “Potevo lasciare la Roma a dicembre. Zaniolo deve risolvere con la società”

Il tecnico dopo la vittoria: "Se avessi giocato con...

Roma-Empoli 2-0: gol di Ibanez, Abraham

Il difensore al 2' e Tammy al 6' su...