Picerno-Giugliano, per non arrestare i propri sogni: le probabili formazioni


Sognare e non smetterlo di farlo. In tale maniera si potrebbe racchiudere lo scontro diretto che andrà in scena questo pomeriggio al “Donato Curcio” di Picerno tra i padroni di casa ed il Giugliano, per due tra le squadre che più hanno fatto innamorare e stupito sino ad ora in questa Serie C. Due compagini che si pensava potessero immischiarsi nella lotta per non retrocedere e che invece sono sorprendentemente lì a giocarsi la top 5 e la zona playoff, giungendo a questa 22^ giornata comunque  con sensazioni differenti, migliori per i padroni di casa. Il Picerno difatti è la rivelazione assoluta di questa fase di stagione, visto che dopo le prime giornate passate nei bassifondi della classifica, i lucani hanno inanellato una striscia di dieci partite, le ultime, contornate da una sola sconfitta e dal sesto posto in classifica, ad un passo da Audace Cerignola e Juve Stabia, con l’obiettivo salvezza definitiva sempre più vicino, ma comunque  ancora lontano. E allora oggi sarà una nuova occasione per i “Melandrini” nell’intento di continuare questo trend di risultati ma soprattutto di qualità e carattere espressi. Non si vuole spegnere quella scintilla scattata dal 6 Novembre, giorno della vittoria per 2-1 sul Taranto, la quale è stata interrotta dalla sconfitta ottenuta con il Catanzaro nell’ultima gara stagionale, offrendo comunque una prestazione di valore. Valore soprattutto caratteriale quello del gruppo di Emilio Longo, capace di trionfare a Pescara nell’ultima di andata e di ribaltare il Foggia nella gara dello “Zaccheria” di sabato scorso costruendosi nuove certezze. Eppure tutto ciò non accontenta e non appaga Longo, il quale ha trasmesso ai suoi anche una sorta di forza mentale, puntando ogni settimana in miglioramenti attraverso un serrato lavoro di squadra, nella consapevolezza che la “Leonessa” possa di volta in volta superarsi. Ed oggi via ad una nuova prova del nove davanti ai propri tifosi, che ultimamente al di là della sconfitta con il Catanzaro (prima di ciò 7 vittorie di fila) hanno sempre portato bene con 14 punti raccolti in sette partite, ed i 18 punti messi a referto in casa. Il “Curcio” potrebbe portare nuove notizie anche quest’oggi, verso nuove certezze, in un nuovo scontro diretto. Già, perché il Giugliano è distante soli due punti in classifica ed è obbligato questo pomeriggio a fare il colpaccio per non uscire dalla zona playoff, nella quale è ormai abituato a starci. La matricola campana, una delle storie più belle di questa Serie C ha mostrato più volte di poter battere chiunque e di avere grande forza, scalando la classifica. Campani reduci da una fase di flessione, visti i soli due punti ottenuti nelle ultime quattro gare, le quali, per ora, non cancellano il grande campionato disputato sino ad ora nel primo anno tra i professionisti. Questa squadra però ha nel proprio mantra una convinzione ed un senso del gruppo non da tutti, e potrebbero essere proprio queste le armi per tornare immediatamente a convincere già da oggi, spinti dalla consapevolezza di quanto fatto comunque sino a qui. Il Giugliano al “Curcio” sarà di fronte ad un altro test cruciale, per provare a ripartire di nuovo a tutta, nel quale bisognerà confermare le qualità offensive (28 reti all’attivo) mantenendo allo stesso tempo grande attenzione di fronte ad un Picerno spietato e che non perdona nulla. Fondamentali i tre punti quest’oggi per i “Tigrotti”, anche sotto l’aspetto mentale, visto che lontano dal “Partenio” è arrivata solo la vittoria di Taranto, sulle sette totali. Un confronto tra sorprese che si preannuncia emozionante e pieno di continui colpi d scena degne del DNA di queste due compagini, che all’andata terminarono per 2-2, con Salvemini a salvare il Giugliano a pochi minuti dalla fine, nel loro primo confronto tra i professionisti.

QUI PICERNO- Nonostante le grandi prestazioni offerte e l’impressionante scalata operata dai suoi, Emilio Longo non si accontenta e nella conferenza stampa della vigilia trova anche il modo per concentrarsi sugli errori commessi analizzando la sfida con il Giugliano: “Nonostante l’ottima prestanza offerta, le ultime due partite hanno mostrato diverse negatività ed errori commessi. Quindi noi dobbiamo andare a correggere quegli errori, belli orientati verso l’obiettivo”. Poi, alla domanda sul possibile impiego di Emmausso dal 1″ in attacco, rimane vago: ” La squadra nell’ultimo periodo è riuscita a sopperire alle mancanze. Coloro che sono arrivati entrano in un progetto oleato e devono prendere coscienza di dove arrivano, per cui le scelte che faremo saranno sempre in virtù di riuscire ad ottenere il meglio, facendosi trovare pronti in qualsiasi momento”. Un reparto offensivo in allarme tra l’assenza di Diop, squalificato e  gli infortunati Esposito e Reginaldo; motivi che potrebbero portare allo schieramento dell’ex Pitenza sin da subito. Venendo alle ufficiali nel 4-2-3-1 di Longo il tecnico porrà Crespi tra i pali; difesa a 4 con Garcia e De Franco in mezzo a Novella e Guerra. Al centro del campo verso la conferma Dettori e De Ciancio. In attacco  Ceccarelli, che ha fornito l’assist della vittoria con il Foggia, potrebbe essere sulla destra al fianco di Kouda e di Golfo (preferito a D’Angelo), completando i tre a supporto di Emmausso.

QUI GIUGLIANO- Il trend poco convincente dell’ultimo periodo non scalfisce le sicurezze di  mister Raffaele Di Napoli, deciso a superare questo momento difficile consapevole del gruppo che ha creato e cresciuto: “Il percorso di crescita avviene tramite prestazioni importanti fatte nel girone d’andata e a prestazione meno importanti, poiché attraverso queste c’è la crescita del gruppo, il quale sa che per fare un grande campionato c’è bisogno di costanza negli allenamenti e partite, e in tal senso può portare a dei passi falsi, ma penso che stiamo facendo un campionato oltre le aspettative”. Tecnico dei tigrotti, che ieri si è soffermato anche sui  neo acquisti della settimana, Scognamiglio ed Eyango, facendo intendere che i due innesti non siano ancora in una perfetta condizione fisica da 90′. Parlando proprio di chi non sta benissimo, oltre a De Rosa e Rizzo quest’oggi al “Curcio”. Saranno assenti anche De Francesco, De Lucia ed Aruta i quali si sono aggregati alla primavera, mentre al rientro gli squalificati della gara del “Partenio”, Oyewale e Biasiol. Nel 3-5-2 del tecnico napoletano attese novità rispetto alla scorsa giornata, ormai come d’abitudine. Dunque potremmo vedere Sassi tra i pali, dietro alla difesa a tre composta da Zullo, che se la gioca con Scognamiglio, in mezzo a Biasiol ed Oyewale (ballottaggio con Ciro Poziello). A centrocampo Rondinella e Gomez sugli esterni, con Gladestony e Raffaele Poziello mezze punte, mentre al centro del campo ci sarà Felippe. In attacco, al fianco di Salvemini, Sorrentino (già in gol con l’Audace) potrebbe ottenere una maglia da titolare, venendo preferito così a Piovaccari.

Queste le probabili formazioni della gara che potrete seguire tramite il LIVE MATCH di TuttoC.com.

Picerno (4-2-3-1): Crespi; Novella, Garcia, De Franco, Guerra; Dettori, De Ciancio; De Cristofaro (Ceccarelli), Kouda, D’Angelo (Golfo); Emmausso. A disp. Albertazzi, Ferrani, Allegretto, Ceccarelli (De Cristofaro), Albadoro, Santarcangelo, Pagliai, Monti, Gammone, Setola, Golfo (D’Angelo). All. Longo.

Giugliano (3-5-2): Sassi; Biasiol, Scognamiglio (Zullo), Oyewale; Rondinella, Gladestony, Felippe, R. Poziello, Gomez; Sorrentino (Piovaccari), Salvemini. A disp. Viscovo, D’Alessio, Zullo (Scognamiglio), Ceparano, Eyango, Piovaccari (Sorrentino), Ghisolfi, Scanagatta, Di Dio, Nocciolini, Coprean, Iglio. All. Di Napoli.

Arbitro: Mucera di Palermo. Assistenti: Lisi di Firenze e Rispoli di Locri. IV ufficiale: Recchia di Brindisi

Fonte:TuttoC.com

Share post:

Popular

Ti potrebbe interessare
Related

US Mola, Liuzzi suona la carica: contro il San Marco vogliamo i tre punti!

Mi aspetto una grande prova di riscatto da parte...

Sassuolo-Atalanta 1-0: gol di Laurienté, espulsi Maehle e Muriel

La Dea perde Maehle (fallaccio su Berardi e rosso...

Empoli, Zanetti: “Partita compromessa subito, diventa difficile recuperare”

L'Empoli è arrivato all'Olimpico reduce da una striscia positiva...

Mourinho: “Potevo lasciare la Roma a dicembre. Zaniolo deve risolvere con la società”

Il tecnico dopo la vittoria: "Se avessi giocato con...