Bari, dopo Brescia adesso non ti fermare. Marino mette nel mirino l’Ascoli

201

Continuità. Ecco la parola d’ordine in casa Bari alla vigilia della gara interna allo stadio “San Nicola” contro l’Ascoli alle ore 14.15. La vittoria ottenuta al “Rigamonti” di Brescia ha interrotto un digiuno di vittorie che durava da troppo tempo e ha ridato rinnovata fiducia ad un gruppo che stava entrando in un pericoloso vortice di paure e contestazione.

Contro i marchigiani, Pasquale Marino è a caccia del primo successo davanti a quel pubblico amico che non vede i biancorossi vincere dalla gara di ritorno dei playoff contro il Sudtirol. Per riassaporare il dolce gusto dei tre punti anche in casa, il tecnico siciliano potrebbe virare su un cambio tattico portando il suo Bari ad un 3-5-2 che ben ha figurato nel secondo tempo di Brescia. Assenze pesanti in casa pugliese con capitan Di Cesare appiedato dal Giudice Sportivo, Benali fermato da problemi fisici che si va ad aggiungere ai lungodegenti Maiello e Menez. Recupera in mezzo al campo Mattia Maita che potrebbe andare a coprire la casella lasciata vacante dall’infortunio di Raffaele Maiello davanti alla difesa. Considerando il suddetto 3-5-2 si potrebbero vedere in campo Brenno tra i pali, difesa con Vicari, Zuzek e Pucino. In mezzo al campo esterni Dorval e Ricci con in mezzo Koutsoupias, Acampora e uno tra Maita e Bellomo. In attacco tandem composto da Diaw e Nasti.

Ascoli che scende in Puglia con diverse assenze tra cui il veterano Emiliano Viviano, squalificato dal Giudice Sportivo, mentre indisponibili sono Bogdan, Botteghin, Kraja e Tavcar. I bianconeri arrivano al match contro il Bari dalla sconfitta interna con il Parma per 3-1 che ha interrotto una miniserie di cinque risultati utili consecutivi. Il tecnico William Viali potrebbe optare per un 4-3-2-1 con Nestorovski unico terminale offensivo sostenuto dal tandem Pedro Mendes e Falzerano.

Bari ed Ascoli incroceranno le armi per la 24esima volta in Puglia con un bilancio in assoluto equilibrio con 8 successi baresi (l’ultimo nel 2017 con il 3-0 firmato da Galano, autorete di Mogos e Floro Flores), 8 pareggi (0-0 il 1° maggio 2012) e da 7 successi ospiti (ultimo precedente al “San Nicola” il 2-0 firmato Simic e Dionisi dello scorso campionato).

ANTONIO GENCHI