Bari, non c’è due senza tre? Biancorossi impegnati a Piacenza con la Feralpi Salò

388

Non c’è due senza tre? In casa Bari, all’indomani delle due vittorie ottenute contro Brescia ed Ascoli, si cerca il terzo disco verde consecutivo che proietterebbe i galletti in pienissima zona playoff e darebbe la possibilità a Pasquale Marino di lavorare più serenamente durante il periodo di sosta per le Nazionali. Ostacolo di giornata, sabato alle 14, sarà la FeralpiSalò di mister Zaffaroni sul campo di Piacenza con i lombardi che occupano l’ultimo posto della classifica in coabitazione con la Ternana.

Guai a sottovalutare l’impegno per Vicari e soci: il Bari, se vuole diventare una protagonista di questa Serie B non può permettersi più passi falsi dopo una prima parte di stagione ad andamento lento. La squadra, seppur senza brillare, ha cambiato pelle con il 3-5-2 che sembra aver dato più stabilità alla squadra sia a livello difensivo che a livello offensivo. Al “Garilli” ipotizzabile la stessa formazione che ha vinto al “San Nicola” contro l’Ascoli con il solo Di Cesare che dovrebbe riprendersi il posto al centro della difesa dopo aver scontato la giornata di squalifica. Al fianco del capitano biancorosso spazio ai pretoriani Vicari e Pucino; fasce affidate a Dorval e Ricci con Koutsoupias ed Acampora a completare il centrocampo pugliese. Sibilli, match winner contro i marchigiani, nelle vesti di trequartista alle spalle di Nasti e Diaw completano l’undici disegnato da Pasquale Marino.

Situazione complicata in casa FeralpiSalò alla prima apparizione in Serie B. Nelle scorse settimane anche i lombardi hanno cambiato allenatore con il testimone che è passato da Stefano Vecchi a Marco Zaffaroni. Nell’ultima uscita è arrivato un buon pareggio per 1-1 ottenuto su un campo notoriamente ostico come quello di Cosenza grazie al primo gol in stagione di Butic. Tatticamente dovremmo vedere una FeralpiSalò schierata a specchio con il 3-5-2: in porta ci sarà il giovane Pizzignacco con in difesa Bacchetti, Bergonzi e quel Luca Ceppitelli grande protagonista in biancorosso della meravigliosa stagione fallimentare con Alberti e Zavettieri in panchina. Centrocampo con l’ex Brescia Martella a sinistra e Felici a destra con Zennaro, Fiordilino e capitan Balestrero mentre in attacco possibile tandem La Mantia-Butic.

Se la FeralpiSalò è al primo campionato di Serie B per i lombardi non sarà il primo incrocio con i biancorossi. Amaro ricordo, infatti, in casa Bari con il playoff perso in Serie C con i galletti allenati da mister Auteri sconfitti 1-0 all’andata grazie al gol di Tulli e incapaci di ribaltare il risultato nel ritorno del “San Nicola” pareggiando per 0-0 dicendo addio al salto di categoria.

Ricordo molto più dolce, invece, legato al “Garilli” di Piacenza con la promozione ottenuta in terra emiliana in Serie A con Antonio Conte nel 2009 alla guida dei pugliesi: biancorossi promossi “in albergo” grazie alla sconfitta del Livorno contro la Triestina che diede il via alla festa.

ANTONIO GENCHI