Esclusiva, Nardò-Manfredonia 1-1: altro pareggio, altra corsa…

240

Al Via del Mare di Matino c’è stato lo scontro tra i sipontini ed i ragazzi del mister Ragno, concluso con un ennesimo pareggio per quanto riguarda i biancocelesti. Al 25′ Milli, su assist di Guadalupi, portava i padroni di casa in vantaggio superando la difesa avversaria, ma al 46′ arrivava il gol di Carbonaro in contropiede, a seguito di un calcio d’angolo avversario. Il risultato è poi rimasto invariato fino al triplice fischio del direttore di gara.

Il giovane trequartista leccese e marcatore di giornata del Nardò, Stefano Milli, in maniera disponibile ma composta risponde alle domande telefonicamente: ”La mancata vittoria è un vero peccato, abbiamo dominato la gara per una buona fetta di tempo e ci hanno raggiunto a causa di una nostra svista, forse l’unica in tutta la partita. Tutto sommato, l’arbitraggio non ha lasciato a desiderare amche se forse sul mio cartellino giallo si poteva sorvolare (ride un po’, ndr). Le nostre aspettative? Il Manfredonia è una squadra particolare, nonostante i suoi pochi punti punzecchia tantissimo e sapevamo di dover prestare attenzione ai loro attaccanti, specie Calemme e Giacobbe. I loro modici sieci punti sono inspiegabili. Questo mio ruolo è un esperimento del mister Ragno ed all’inizio mi ci dovevo adattare, la fiducia è stata reciproca ed ora riesco pure a segnare (ride, ndr). Ringrazio in particolare modo il difensore Jacopo Russo che conoscevo da prima, poiché mi ha aiutato ad inserirmi meglio nello spogliatoio e vorrei dedicare il gol segnato contro ieri ad una mia cara zia, Sissi, che è venuta a mancare qualche mese fa”.  Le dichiarazioni da parte dei garganici sono attese solo in settimana.