Una doppietta di Guadalupi avvicina il Toro alla vetta.

Una doppietta di Guadalupi stende una coriacea Gelbison e avvicina il Nardò alla vetta. Non è stato facile per gli uomini di Nicola Ragno superare una Gelbison venuta sul campo del Nardò (a Matino) per superare una crisi tecnica dopo l’esonero di Monticciolo.

Il nuovo tecnico cilentano, Alessandro Erra, un ritorno sulla panchina rossoblu, ha accarezzato per tutto il primo tempo l’idea di poter sgambettare il quotato Nardò e deve recriminare su due episodi chiave.

Al 10’ azione corale con sviluppo sulla fascia sinistra e apertura sulla destra per l’inserimento di Kosovan. Gran tiro e palla a stamparsi sulla traversa. Al 20’ dopo un tentativo di tiro di Dambros arriva la più ghiotta delle occasioni. Ripartenza veloce, Bubas si smarca in area, esce a valanga Viola e lo atterra. Rigore. Va sul dischetto lo stesso Bubas che angola troppo la conclusione mandando fuori.

Doppio pericolo scampato per il Toro. Scoramento tra le fila cilentane. Guadalupi e D’Anna provano a dare la scossa al Nardò che va vicino al goal al 25’ con Gennari. Colpo di testa respinto da Milan con Sall che sbroglia la mischia.

Il finale di tempo è di marca neretina ma Dambros, D’Anna e Gentile non riescono a centrare il bersaglio nelle mischie in area causate da cross e corner insidiosi. Si va negli spogliatoi sullo 0-0.

Nella ripresa il Nardò alza i ritmi e chiude i cilentani nella propria metà campo. Milan si produce in un grande intervento su tiro di Dambros, deviato in corner ma deve soccombere al 57’ quando Guadalupi calcia al volo in diagonale dal limite dell’area e infila l’angolino basso.

Al 65’ arriva la reazione della Gelbison. Cross di Tuminelli e colpo di testa di Bubas di poco fuori. Risponde il Nardò con D’Anna, tiro deviato in corner.

Al 70’ Guadalupi pennella una punizione-cross per Dambros che, defilato, di piatto non riesce a centrare lo specchio della porta.

Ci riesce al 74’ Jacopo Russo da distanza ravvicinata ma gli si oppone col corpo Lollo. Al 76’ è Ferreira a impegnare la difesa rossoblu. Tiro del brasiliano deviato in corner dall’ex Francesco Russo.

Con gli ingressi di De Giorgi e Addae il Nardò acquisisce il controllo del match e trova il raddoppio all’87’. Ferreira appoggia a Guadalupi che dalla stessa posizione del primo goal fa partire un preciso rasoterra ad infilarsi nello stesso angolo alla destra di Milan. 2-0.

La partita sembra chiudersi qui, invece la rivitalizza al 93’ Sall, abile a risolvere in rete una mischia in area neretina. Al 96’ l’ultimo brivido del match. Dellino prova a riacciuffare il pari con un diagonale ma Viola è sveglio e para a terra.

Finisce 2-1 con un Nardò più vicino alla vetta e una Gelbison ridimensionata nelle ambizioni primarie di questo campionato.

TABELLINO:

NARDO’-GELBISON 2-1

Nardò (3-5-2): Viola; Urquiza, Lanzolla, Gennari; Milli (28’ s.t. Rossi), Ceccarini, Guadalupi (42’ s.t. Mariani), Gentile (35’ s.t. De Giorgi), Russo; Dambros (28’ s.t. Addae), D’Anna (32’ s.t. Ferreira). A disp. Furnari, Ingrosso, Dammacco Ciannamea.

Trainer: Nicola Ragno.

Gelbison (3-5-2): Milan; Tazza, Sall, Russo (34’ s.t. Casiello); Tumminelli (22’ s.t. Dellino), Lollo (34’ s.t. De Pasquale), Manzo (39’ s.t. Rodriguez), Rodrigues, Ferrante (34’ s.t. Muratori); Bubas, Kosovan. A disp. Cirillo, Camilleri, Mettivier, Coppola.

Trainer: Alessandro Erra

Arbitro: Clemente Cortese di Bologna.
Assistenti: Francesco Lanfredi Sofia di Bologna e Matteo Lauri Modena

Marcatori: Guadalupi (N) 11’, 40’ s.t., Sall (G) 48’ s.t.

Note: ammoniti: Tazza, Kosovan, Manzo, Rodriguez (G). Angoli 4-2 per il Nardò. Recuperi 1’ p.t., 6’ s.t.

Share post:



Popular

Ti potrebbe interessare
Related

IL PUNTO SULL’INFERMERIA ROSSONERA – Calcio Foggia 1920

In casa rossonera giornata di esami strumentali svolti tempestivamente...

Foggia, Rizzo da valutare. Verso il rientro Di Noia e Carillo

Il Foggia si prepara al match col Benevento, per...