Cudini: “Pres deluso, come lo sono io. Schenetti? Il bene comune è il Foggia”


Il Foggia cercherà quest’oggi di riprendere il proprio cammino, dopo sei giornate di fila non solo di astinenza dalla vittoria ma anche caratterizzate da ben cinque ko di cui quattro consecutivi, l’ultimo in casa della Turris. Alla vigilia è intervenuto mister Mirko Cudini, come raccolto dai colleghi di FoggiaGol.it: “Siamo andati lunghi con l’allenamento, poi c’erano delle pratiche da sistemare a livello tecnico. Il presidente l’ho sentito ieri (martedì ndr), ci sentiamo quotidianamente. L’ho sentito deluso, come lo sono anche io, per il livello della prestazione. È chiaro che quando una squadra fa una prestazione del genere, le colpe sono anche del sottoscritto. È normale che in campo vanno i giocatori e non il mister. Mi aspettavo di più da loro. Il responsabile, però, lo sono anche io. Sicuramente lo svolgimento e le soluzioni da mettere in campo erano altre. Non abbiamo avuto la lucidità di mettere in atto alcune soluzioni. Non siamo stati bravi nelle giocate. Dovevamo rischiare meno in alcune situazioni. Diciamo che vorremmo mettere sopra un grosso macigno su questa partita. Noi vogliamo pensare a domani (oggi nel derby contro il Monopoli, ndr), adesso. Vogliamo prendere punti. l cruccio più grande è questo, vedere una squadra che cresce con personalità, voglia di giocare fino al giorno prima e poi mettere in campo quelle prestazioni, no. L’ho detto anche a loro, giocare a Foggia è diverso rispetto alle altre parti. È normale che adesso è tutto difficile. Aver capito cosa sia successo, sicuramente è risolvere il problema. Forse l’ansia di portare il risultato a casa, non lo so. Faccio fatica a darmi una spiegazione. A volte capitano situazioni che faccio fatica a comprendere. Per risolvere questi problemi, non ci sono soluzioni, ma fatti da mettere in campo.

Per questa partita Di Noia non è recuperabile, forse lunedì. Noi abbiamo un nostro modo di pensare. Siamo ripartiti con il 4-3-3 e porteremo avanti questo. Domani rivedremo qualcosa. Siamo in una condizione dove devo valutare tutto, perché il bene è comune per il Foggia, non per il sottoscritto e non per Schenetti. Per ora, non è ancora nei convocati. Non so se domani lo inseriremo. Dobbiamo fare il bene del Foggia. Vedo che molti hanno voglia di fare del bene per il Foggia, come Schenetti. Vedremo domani, dobbiamo completare la lista. Si allenano tutti, tranne Di Noia per l’infortunio. Nobile ha avuto la febbre nella partita scorsa. Embalo è in disparte per un problema. È una squadra che ha cambiato qualche caratteristica e anche il modo di giocare. È tornato un allenatore che conosce bene il posto. È una squadra che mette in difficoltà molte altre. Se pensiamo di trovare un Monopoli che è in difficoltà o dietro di noi sarebbe un problema grande. Non dobbiamo pensarla così. Vorrei stemperare queste tensioni ed ansie. Se andiamo in campo con la paura, sarà difficile scalare la montagna. Ci sono partite e partite. L’ultima partita forse è stata la peggiore. La squadra ha fatto un buon lavoro discretamente. La partita poi è fatta di tanti momenti. Dobbiamo portarla dalla nostra parte. Dobbiamo essere ben tranquilli contro una squadra che ha voglia di giocare”.

Fonte:TuttoC.com

Share post:



Popular

Ti potrebbe interessare
Related

Il Carovigno si aggiudica la sfida salvezza al Renzino Paradiso di Talsano.

La ripresa è sempre ben gestita dagli ospiti che...

Grottaglie Calcio – Galatone-ASD Grottaglie Calcio 2-2: sintesi del match

𝐋𝐀 𝐒𝐈𝐍𝐓𝐄𝐒𝐈 𝐃𝐄𝐋 𝐌𝐀𝐓𝐂𝐇 𝑷𝒓𝒐𝒎𝒐𝒛𝒊𝒐𝒏𝒆 𝑮𝒊𝒓𝒐𝒏𝒆 𝑩/𝑽𝒆𝒏𝒕𝒊𝒔𝒆𝒊𝒆𝒔𝒊𝒎𝒂 𝒈𝒊𝒐𝒓𝒏𝒂𝒕𝒂...

Sarà Virtus Matino – Novoli il playout, si gioca domenica 21 aprile

É ufficiale: il playout per giocarsi la permanenza nel campionato...